Donne e tumori, i 12 sintomi da non sottovalutare

Ecco quali sono i 12 sintomi che ogni donna dovrebbe tenere sotto controllo secondo l'American Society of Clinical Oncology (ASCO).

Quello di sviluppare un tumore è una paura che accomuna molte donne. Sia che siano fumatrici, sia che non lo siano, sia che seguano un sano e corretto stile di vita, sia che non lo seguano, moltissime donne – di fronte alla comparsa di sintomi apparentemente inspiegabili – si ritrovano a porsi la fatidica domanda: “e se si trattasse di un cancro?”. In realtà nella maggior parte dei casi molti dei sintomi che avvertiamo sono da attribuire ad altri tipi di patologie, spesso benigne, ma ciò non toglie che, per prevenire il rischio di sviluppare malattie anche molto serie come appunto il cancro, è importantissimo ascoltare il proprio corpo e prestare la giusta attenzione ai segnali che ci manda.

Si dice che le donne siano più attente alla prevenzione rispetto agli uomini, e proprio per la prevenzione del cancro, l'American Society of Clinical Oncology (ASCO) ha stilato una serie di campanelli d’allarme che ognuna di noi dovrebbe tenere bene a mente, in modo da sapere esattamente se e quando è il caso di preoccuparsi e consultare quindi un medico specialista.

cancro sintomi

Ma ecco quali sono dunque questi campanelli d’allarme:



  • Perdita di peso inspiegabile: sebbene molte donne potrebbero essere felici di perdere peso senza fare alcuno sforzo, è bene ricordare che, senza una ragione oggettiva (che sia l’inizio di una nuova dieta, lo svolgimento di attività fisica, o anche uno stato di stress o di depressione ad esempio), una perdita di peso immotivata va senza dubbio tenuta in giusta considerazione, poiché questa potrebbe essere collegata non solo a problemi della tiroide o a una patologia gastrointestinale, ma anche alla presenza di un tumore. Per evitare il panico, basterà semplicemente sottoporsi per tempo ad una visita medica.


  • Gonfiore addominale: molte donne ne soffrono praticamente da sempre, ma quando il gonfiore addominale si presenta in maniera anomala, e quando questo è accompagnato da un repentino (ed immotivato) senso di sazietà, urgenza o difficoltà ad urinare, nessun aumento di peso, e qualora tali sintomi dovessero persistere per molto tempo, il rischio potrebbe essere che si tratti di un tumore ovarico in fase iniziale.


  • Cambiamenti del seno: anche il seno può presentare dei cambiamenti nell’arco di una vita, ma quando questi cambiamenti consistono in un arrossamento persistente della cute in un determinato punto, cambiamenti nell’aspetto della pelle (che può apparire a buccia d’arancia), cambiamenti nel capezzolo, e perdita di sostanze (sangue, latte o altro) dal capezzolo, sarà necessario sottoporsi ad una visita specifica, per scongiurare il rischio di cancro al seno.


  • Perdita di sangue fra i due cicli: un altro sintomo da non sottovalutare è quello della anomala perdita di sangue fra un ciclo e l’altro. In particolar modo, se la donna è in menopausa, sarà importante consultare il medico ginecologo, il quale eseguirà una visita ginecologica, un pap-test, un'ecografia ed eventuali altri esami.


  • Cambiamenti della pelle: oltre alla pelle del seno, anche la pelle del resto del corpo va controllata, ed eventuali cambiamenti (come un arrossamento eccessivo in un punto ben preciso che dura nel tempo, o un cambiamento in un neo) vanno analizzati, poiché potrebbe trattarsi di patologie come melanoma, basalioma (rigonfiamento bianco-perlaceo) o carcinoma spino cellulare (nodulo rosso, duro e squamoso). Se i sintomi non passano nell'arco di 6-8 settimane, sarà importante consultare il dermatologo.


  • Sanguinamento inspiegabile: anche perdere sangue senza un effettivo motivo potrebbe essere sintomo di problemi più gravi. La perdita di sangue con le feci o con le urine potrebbe essere sintomo di cancro al colon o al rene ad esempio, per cui andrà ricercata la causa effettiva mediante apposita visita specialistica.


  • Cambiamenti nella bocca: generalmente di questo tipo di cambiamenti se ne accorge il dentista (ecco quindi un altro validissimo motivo per sottoporsi a delle periodiche visite). I cambiamenti possono consistere nella comparsa di “brufoli” sulla lingua, alterazioni nelle gengive, piaghette all’interno della bocca e così via. Il tumore alla bocca è sempre più in aumento nella donna, per via della maggiore tendenza a fumare e bere alcolici, per cui qualora doveste accorgervi di questi cambiamenti, sarà importante sottoporsi ad una visita specialistica.


  • Sensazione di dolore: il dolore è un sintomo comune a moltissime patologie e condizioni, ma se persistente deve essere tenuto indubbiamente sotto controllo, specialmente se si tratta di un dolore osseo (alla schiena ad esempio).


  • Linfonodi ingrossati: dei linfonodi ingrossati ne abbiamo già parlato più volte. Questo sintomo può essere dovuto a delle infiammazioni, ma se dopo 10 giorni non si attenua, sarà importante consultare il medico specialista per analizzare meglio la situazione ed eseguire, in caso, una biopsia.


  • Febbre persistente: un altro campanello d’allarme da non sottovalutare è quello della febbre persistente. La febbre può accompagnare infatti diverse forme di tumore, poiché questi possono comportare un’alterazione dei sistemi di controllo della temperatura corporea.


  • Stanchezza: può capitare di sentirsi stanchi per un certo periodo, magari a causa di eccessivo stress o per altri motivi, ma se la stanchezza è immotivata e persistente, sarà importante sottoporsi ad una visita specifica, poiché questa potrebbe essere provocata da carenze nutrizionali o anemia, e l’anemia si manifesta spesso in presenza di malattia oncologica.


  • Tosse persistente: infine, se notate di avere una tosse persistente (sintomo molto comune nelle persone fumatrici), e qualora questa tosse dovesse essere secca, sarà importante sottoporsi ad una visita specifica, e naturalmente … gettare una volta per tutte quella sigaretta!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Airc.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail