Adolescenti e obesità, per dimagrire i genitori devono dare il buon esempio

Come si possono aiutare i propri figli a dimagrire in una fase della vita critica come l'adolescenza? Ecco qualche consiglio dagli psicologi della Brigham Young University

Dare il buon esempio con un comportamento alimentare corretto e proporre ai propri figli pasti e snack più salutari: è questa la strategia più efficace per la maggior parte dei genitori che vorrebbero vedere i loro figli adolescenti uscire dal problema del sovrappeso e dell'obesità. A suggerirla sono gli psicologi della Brigham Young University di Provo, negli Stati Uniti, secondo cui se è vero che la maggior parte dei tentativi di dimagrire fatti dai teenager sfociano in totali fallimenti, chi riesce a perdere peso lo fa perché altamente motivato a migliorare il suo stato di salute piuttosto che per impressionare amici o familiari.

La maggior parte dei genitori crede che i loro figli adolescenti siano influenzati dall'impressione data alle altre persone

spiega Chad Jensen, primo autore di uno studio sul tema pubblicato sulla rivista Childhood Obesity.

I nostri risultati suggeriscono che i teenager hanno motivazioni più interne.

genitori adolescenti

Gli studi di Jensen e collaboratori hanno previsto di analizzare il caso di 40 ragazzi che sono riusciti a perdere circa 14 chili passando dall'obesità a un meno grave sovrappeso mantenendo il peso raggiunto per un intero anno. In oltre il 60% dei casi i ragazzi hanno portato come motivazione principale la volontà di proteggere la propria salute, mentre solo un più modesto 43% ha citato fra le proprie motivazioni il fatto di voler essere più accettati dai coetanei. In ogni caso, quasi tutti i ragazzi hanno sottolineato che perdere peso è stata una loro decisione e che l'aiuto ricevuto dai genitori si è basato semplicemente sul buon esempio e sul rifornimento di cibarie più salutari.

I genitori

sottolinea Jensen

dovrebbero aiutare i loro figli adolescenti a focalizzarsi su comportamenti salutari per l'interesse ad essere più in salute più che per essere socialmente accettati.

Lo psicologo aggiunge anche qualche consiglio in più.

Ci sono alcuni periodi, come quello di passaggio dal liceo all'università, in cui abbiamo visto gruppi di adolescenti perdere peso. E' come una sorta di opportunità di rinnovamento. Ci sono molti cambiamenti in corso, e così alcuni adolescenti decidono di diventare più sani.

Nessuno degli adolescenti coinvolti nel nostro studio ha perso peso in un attimo

sottolinea infine Jensen.

Il loro consiglio per gli altri adolescenti è di mantenere salda la rotta e mantenerla per un lungo periodo. Per la maggior parte di loro si è trattato di perdere solo mezzo chilo o un chilo alla settimana.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | EurekAlert!
Foto | da Flickr di Sai89AJ

  • shares
  • Mail