Influenza, neonati al sicuro con il vaccino per i genitori

A consigliarlo sono gli esperti della Società Italiana di Neonatologia, che estendono l'invito a chi accudisce i piccoli

Anziani, malati cronici, donne incinte: sono queste alcune delle categorie cui viene in genere consigliato il vaccino contro l'influenza. Gli esperti della Società Italiana di Neonatologia (SIN) sono però convinti che ci sia anche un'altra tipologia di persone che andrebbe aggiunta a questo elenco. Si tratta dei neo genitori, che vaccinandosi non proteggono solo la loro salute, ma anche quella dei loro bambini.

In effetti, i neonati, piccoli e indifesi, affrontano l'inverno con poche armi nelle loro mani.

Il loro primo “scudo”

spiegano gli esperti della SIN

sono i genitori.

Di fatto i piccoli di casa sono esposti agli stessi virus e agli stessi batteri che minacciano la salute dei loro fratelli maggiori e dei loro genitori. Proteggerli dai malanni di stagione li aiuta anche a evitare i problemi più gravi in cui potrebbero sfociare, ad esempio bronchioliti e disidratazione.

Ad essere particolarmente a rischio sono i nati pretermine. Tanto più precocemente sono nati, e ancora di più se sottopeso, tanto più sono a rischio di infezioni che costringono a un ricovero in ospedale. Il motivo principale è che normalmente nelle ultime settimane della gestazione la mamma trasferisce al piccolo molti anticorpi, fondamentali per proteggere la sua salute nelle prime settimane di vita. Un nato pretermine ne riceve molti meno, ma non solo. Il suo sistema immunitario non è infatti ancora pronto ad affrontare i rischi presenti al di fuori della pancia della mamma.

Nemmeno gli altri bimbi appena nati sanno difendersi come i bambini più grandi. Per questo ridurre la loro esposizione ai germi è una delle strategie più adatte per proteggere la loro salute.

bronchiolite nei neonati

Da questo punto di vista il vaccino contro l'influenza è un'importante arma. Purtroppo, però, non è possibile vaccinare i bambini prima dei 6 mesi di vita. Per questo dovrebbero essere i genitori, così come chi accudisce il piccolo di casa, a scegliere di vaccinarsi per evitare di diventare il mezzo di diffusione attraverso cui il virus riesce ad arrivare al bambino.

Restano poi validi tutti i consigli riguardanti le norme igieniche che aiutano a limitare la diffusione del virus influenzale e degli altri numerosi germi che minacciano la salute durante la stagione invernale. In particolare, gli esperti della SIN consigliano di lavarsi spesso e accuratamente le mani e di disinfettarle con i gel antisettici ormai ampiamente diffusi,

un mezzo efficace

sottolineano gli esperti

per evitare la trasmissione dei germi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail