Alimentazione, i 6 benefici per la salute del cavolo riccio

Come molti suoi "parenti" anche il cavolo riccio ha proprietà salutari. Ecco le principali

Di cavoli ne esistono numerose varietà: dalla verza al cappuccio, si passa anche attraverso tipologie formate solo da foglie, come l'antico cavolo riccio molto utilizzato in cucina per preparare zuppe e ribollite. L'inverno è la sua stagione e con le gelate tipiche di questa stagione può addirittura acquisire più sapore.

Il gusto non è però l'unico elemento di cui è ricco. Infatti a fronte di un limitato apporto calorico il cavolo riccio è fonte di nutrienti utili per proteggere la salute. Ecco i suoi 6 principali benefici certificati dalla scienza.

cavolo riccio benefici


  • Protegge la salute delle ossa. Il cavolo riccio contiene più calcio del latte. In più è ricco di vitamine, come la K, che aiutano a rafforzare e proteggere le ossa.
  • Aiuta a combattere l'infiammazione. Alcuni suoi nutrienti, come la quercetina, esercitano un'azione antinfiammatoria, contribuendo così a ridurre il rischio di sviluppare e a ridurre i sintomi di malattie croniche come patologie cardiovascolari, artrite e malattie autoimmuni. Inoltre il cavolo riccio aiuta a prevenire la formazione di placche aterosclerotiche e a fare scorta di omega 3, gli acidi grassi “amici” della salute che contribuiscono alla lotta contro le malattie infiammatorie.
  • E' un detossificante. Aiuta a mantenere pulito il fegato, fornendogli allo stesso tempo nutrienti di cui ha bisogno per funzionare correttamente.
  • Protegge la vista. Il cavolo riccio contiene luteina e zeaxantina, carotenoidi che filtrando la luce aiutano a prevenire danni agli occhi. In questo modo si riduce la probabilità di problemi come la cataratta, ma non solo. Le proprietà antiossidanti del cavolo aiutano a ridurre anche il rischio di degenerazione maculare.
  • Migliora la salute del cervello. Il merito è delle sue vitamine e dei suoi minerali. In particolare, la vitamina K partecipa alla sintesi degli sfingolipidi che entrano a far parte della struttura delle cellule nervose e influenza l'espressione di alcuni loro geni.
  • Aiuta a tenere alla larga in cancro. I suoi fitonutrienti combattono i danni causati dai radicali liberi che aumentano il rischio di tumori. Il sulforafano, ad esempio, protegge dal tumore alla vescica.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Medical Daily
Foto | da Flickr di B*2

  • shares
  • Mail