Adenomiosi e gravidanza: come affrontare i problemi di fertilità

Ecco come affrontare il problema dell’infertilità in caso di adenomiosi.

Chi riceve una diagnosi di adenomiosi, potrebbe essere informato anche del fatto che, nel caso in cui voglia avere un bambino, potrebbe avere alcuni problemi in più rispetto al normale. L’adenomiosi è una condizione benigna, una condizione che colpisce le donne dopo i 35 anni di età, e che comporta l’invasione da parte dell’endometrio (che normalmente riveste la parete interna dell’utero) nel miometrio, vale a dire la tonaca muscolare della parete uterina.

Tale condizione è talvolta confusa con l’endometriosi, che è caratterizzata da una crescita anomala dell’endometrio, e che può interessare ad esempio le ovaie, la vagina, le tube, la cervice e così via.

Come abbiamo già visto, talvolta l’adenomiosi può presentarsi in maniera asintomatica, mentre in altri casi può comportare l'insorgenza di sintomi molto dolorosi. Tale condizione può comportare inoltre un anomalo ingrossamento e una deformazione dell’utero, e ciò potrebbe ridurre (ma non escludere drasticamente) le possibilità di concepire un bambino.

adenomiosi

La cosa più importante da fare, in caso di diagnosi di adenomiosi, è senza dubbio quella di affidarsi ad un Medico Specialista della Fertilità di fiducia, che vi informerà sulle vostre esatte condizioni, e proporrà un approccio mirato, aumentando le probabilità di rimanere incinta in futuro. Ad ogni modo, la possibilità di avere un bambino dipenderà molto da quanta parte dell'utero è stata interessata dalla malattia.

Durante la gravidanza, sarà inoltre fondamentale attenersi alle regole che vi saranno fornite dallo specialista, dal momento che l’adenomiosi sembra essere collegata anche a maggiori tassi di aborto, e ad un aumento del rischio di parto prematuro e di distacco di placenta, rispetto alle donne che non presentano questa condizione.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Attainfertility.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail