Come usare l'olivello spinoso per dimagrire

Conoscete l'olivello spinoso? Ecco come utilizzarlo per dimagrire sfruttando le sue tantissime proprietà benefiche.

Avete mai sentito parlare di olivello spinoso? Questo super-alimento è conosciuto per via delle sue innumerevoli proprietà benefiche. Come il ginseng o lo zenzero infatti, questa pianta che cresce nelle zone dell’Europa, Asia e America, vanta molteplici effetti positivi per la nostra salute. Oltre alle proprietà antiossidanti e fitonutrienti, oltre alla sua capacità di tenere alla larga tumori e di salvaguardare il sistema cardiovascolare, tale rimedio naturale permette una migliore rigenerazione delle cellule e una guarigione delle ferite, rallenta il processo di invecchiamento, ha inoltre un effetto energizzante, rivitalizzante, ed è ottimo per riequilibrare i livelli di colesterolo e trigliceridi.

L'olivello spinoso è un’ottima fonte di vitamina C, vitamina A, vitamine del gruppo B, di vitamine D, E, K, P, F, betacarotene, fosforo, calcio, potassio, ferro, sodio e magnesio, oltre che di acidi grassi omega-3, aminoacidi, acido folico e flavonoidi. Di questa pianta vengono utilizzati sia i frutti, che la corteccia e la radice, e questo rimedio può essere consumato fresco, sotto forma di sciroppo, secco o in polvere.

Olivello spinoso Dimagrire

Detto questo, oltre che come validissimo energizzante naturale, l’olivello spinoso può essere assunto anche per evitare l'eccesso di peso e per eliminare i chili di troppo.

Naturalmente, come sempre, non ci si deve aspettare che, semplicemente ingerendo qualche capsula o bevendo uno sciroppo, si possa ritrovare la forma fisica (per quello è sempre fondamentale mangiare bene e fare sport regolarmente), ma grazie a questo alleato naturale è comunque possibile ottenere degli effetti benefici per la nostra linea.

Detto questo, tale rimedio può essere assunto semplicemente mangiando le bacche, bevendo il succo di bacche di olivello spinoso o sotto forma di capsule. Come sempre, prima di assumere qualsiasi rimedio naturale si consiglia comunque di consultare il proprio medico curante.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Inerboristeria, Huffingtonpost

Foto | sa Flickr di Je.T.

  • shares
  • Mail