Alopecia, i capelli ricrescono con il plasma ricco di piastrine

L'efficacia dell'approccio è dimostrata da uno studio italiano. Ecco di cosa si tratta

Già qualche tempo fa vi avevamo parlato della “cura del vampiro”, un'iniezione a base di un derivato del sangue, il cosiddetto “plasma ricco di piastrine”, che promette di far ricrescere i capelli persi a causa dell'alopecia. All'epoca (parliamo ormai di più in un anno fa) una ricerca pubblicata sul British Journal of Dermatology forniva indizi della sua efficacia in caso di alopacia areata; oggi un nuovo studio, apparso sulle pagine di Dermatologic Surgery, conferma le sue potenzialità.

La nuova sperimentazione, condotta su 64 uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 64 anni, ha infatti fornito nuove prove dell'efficacia delle iniezioni di plasma ricco di piastrine per far fronte alla caduta dei capelli associata all'alopecia androgenetica.

La terapia si è dimostrata efficace mostrando un miglioramento clinico, dopo un confronto fotografico, in circa l'80% dei pazienti

ha spiegato all'Adnkronos Gianfranco Schiavone, chirurgo dell'Istituto dermopatico dell'Immacolata (Idi) di Roma a capo del gruppo di esperti che ha condotto la sperimentazione. Ma di cosa si tratta esattamente?

alopecia

Dal punto di vista pratico la metodica è un trapianto autologo, cioè effettuato utilizzando materiale biologico prelevato dallo stesso paziente che deve essere trattato. Il plasma ricco di piastrine viene infatti ottenuto dal sangue del paziente e poi iniettato dove si desidera che i capelli ricrescano. Secondo gli esperti dell'Idi cellule e molecole presenti al suo interno contribuirebbero a stimolare il bulbo dei capelli, permettendo la ricrescita di questi ultimi.

Il fatto che si tratti di un trapianto autologo riduce fortemente i rischi del trattamento, tanto da rendere possibile eseguirlo in regime ambulatoriale. La procedura dura circa 30 minuti e può essere ripetuta a 8-10 mesi di distanza.

Nel centro capitolino sono già state trattate 600 persone, con una leggera prevalenza di uomini. Che si sia davvero di fronte a un'alternativa valida e meno invasiva al trapianto dei capelli? Se volete sapere di più sulle sue caratteristiche potete guardare il video in apertura di questo post.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Adnkronos

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail