Cos'è il metodo Trager e quali benefici si possono ottenere

Il metodo Trager è un ottimo alleato per alleviare disturbi e dolori in modo dolce ma efficace. Ecco di cosa si tratta.

Avete mai sentito parlare di Metodo Trager? Sebbene non si tratti di un trattamento medico a tutti gli effetti, tale approccio può essere davvero molto utile nell'alleviare i sintomi dovuti a condizioni dolorose più o meno gravi. Il metodo Trager si basa sull’esecuzione di movimenti molto dolci, dondolii, oscillazioni e allungamenti, volti a permettere al paziente di avere una maggiore consapevolezza del proprio corpo. Tali movimenti favoriscono inoltre una profonda sensazione di rilassamento, per cui si tratta di un metodo davvero ottimo anche per quanto concerne il trattamento di problemi come ansia e insonnia.

Fra le condizioni maggiormente trattate con il metodo Trager possiamo trovare i problemi e le limitazioni del movimento, dolori cervicali e articolari, problemi collegati alla poliomielite, disturbi muscolari degenerativi, morbo di Parkinson, problemi del movimento dovuti ad incidenti, sclerosi multipla e così via.

Metodo Trager

Il Metodo Trager si suddivide essenzialmente in due fasi, una prima che viene eseguita a contatto con l’educatore, che aiuterà il paziente a svolgere i vari movimenti. La seconda parte sarà eseguita sempre con l’ausilio dell’educatore, ma in maniera più autonoma, e durante questa fase il paziente apprenderà come svolgere i movimenti del Metodo Trager, per poterli poi eseguire anche a casa.

Generalmente il trattamento prevede circa 10 sedute, ma il numero di incontri necessario non può essere stabilito con assoluta certezza prima che venga esaminata la specifica situazione del paziente.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Lifegate.it, Trager.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: