Colpi di freddo: i rischi e le conseguenze sulla salute

I colpi di freddo nei mesi invernali sono fortunatamente facili da evitare per non incappare in fastidiose conseguenze.

Tempo d'autunno inoltrato, tempo di freddo e tempo, purtroppo, di malanni ad esso collegati: i colpi di freddo sono tra i disturbi più comuni di questo periodo dell'anno, quando le temperature si abbassano rapidamente ed è facile trovarsi impreparati e poco vestiti per combattere adeguatamente l'arrivo del freddo. Vero è, comunque, che il colpo di freddo è frequente anche in estate a causa dell'aria condizionata sempre più presente nei luoghi dove ci muoviamo e viviamo.

Innanzitutto la definizione di colpi di freddo va chiarita, perché è un complesso molto generico di disturbi che possono interessare diverse parti del corpo con conseguenze differenti a seconda dell'esposizione allo sbalzo di temperatura o al vento: non sono disturbi preoccupanti e tendenzialmente, con pochi accorgimenti preventivi che riguardano soprattutto un'adeguata copertura del corpo con abiti adatti alla stagione o l'attenzione a non esporsi a vento freddo e correnti d'aria, sono facilmente evitabili; in caso contrario, vale la pena vedere quali possono essere i rischi e le conseguenze sulla salute dovuti ai colpi di freddo.

2360244543_da5772d672_z

I colpi di freddo tendono ad interessare principalmente gli occhi, le orecchie e i muscoli di diverse aree del corpo anche se le contratture più frequenti colpiscono il collo, la scapola, le spalle e la schiena.

Nel caso degli occhi, i rischi più comuni del colpo di freddo riguardano lo sviluppo della congiuntivite, il che è abbastanza frequente specialmente nelle persone che indossano lenti a contatto. Nel caso delle orecchie, le otalgie sono la conseguenza principale: il fastidio alle orecchie può però tramutarsi in una otite, ben più pericolosa e grave, per questo è bene recarsi dall'otorinolaringoiatra se temiamo di essere stati vittime di un colpo di freddo alle orecchie.

3110129542_5cdfcfe7af_z

Quando il colpo di freddo invece riguarda i muscoli, i rischi principali stanno nella contrattura in sé e nel fatto che ignorare il dolore può esporre a conseguenze estremamente fastidiose, come il colpo della strega che è proprio dovuto, molto spesso, all'esposizione dei muscoli ad una corrente fredda mentre si sta compiendo un movimento particolare. Rientra in questa categoria anche il colpo di freddo all'addome, che spesso può tramutarsi in una congestione intestinale.

I rimedi migliori stanno come sempre nella prevenzione: mai sforzarsi senza aver riscaldato i muscoli, coprirsi adeguatamente il corpo per evitare i dolori e ricordarsi che le zone più sensibili, come orecchie e occhi, meritano la migliore protezione in assoluto per godersi l'inverno senza sofferenze.

Via | Tantasalute

Foto | Flickr, Flickr

  • shares
  • Mail