Cosa sono le costituzioni omeopatiche? Le tipologie

Cosa si intende per “costituzioni omeopatiche”, e perché sono tanto importanti in omeopatia?

Come ben saprete, la medicina omeopatica mette al centro non la malattia, bensì la persona che ne soffre, ovvero il paziente, che non viene analizzato solo da un punto di vista sintomatologico, ma da ogni punto di vista, sia a livello fisico che psicologico. Sarà lo stesso medico omeopata, sulla base dei vari aspetti che caratterizzano il paziente, a trovare il rimedio omeopatico più “simile” a lui, in grado di aiutarlo a guarire dalla malattia.

Detto ciò, con il termine “costituzione” si indicano le varie componenti morfologiche, fisiologiche e psicologiche che caratterizzano il paziente, componenti che si influenzano e si coordinano fra loro.

Se Ippocrate nel quinto secolo postulò la teoria dei quattro umori, in base alla quale quattro umori base (ovvero flegma, sangue, bile nera e bile gialla) governerebbero il corpo umano, regolando così lo stato di salute o di malattia del soggetto, fu molti secoli più tardi, nella metà dello scorso secolo per l’esattezza, che Léon Vannier elaborò una teoria delle costituzioni basata sulle caratteristiche morfologiche, fisiologiche e psicologiche, grazie alla quale è possibile identificare la potenziale tendenza di una persona a soffrire di determinate malattie rispetto ad altre.

Gli individui vengono dunque suddivisi in diverse tipologie, in base alle loro diverse caratteristiche fisiche, morfologiche e psicologiche.

costituzioni omeopatiche

Tali tipologie sono:



  • Costituzione Carbonica (brachitipo): soggetto che presenta arti più corti rispetto al tronco, mani tozze e grosse, un viso tondo, rigidità muscolare, denti quadrati, tendenza a svilupparsi più in larghezza che in altezza, tendenza a trattenere liquidi e all’obesità. Tale individuo è tenace, goloso, lento e freddoloso, tende ad avere malattie che interessano l’apparato respiratorio, quello gastroenterico, urogenitale, gli occhi e così via. I rimedi omeopatici migliori per questo tipo di soggetto sono quelli che contengono carbonio.


  • Costituzione Sulfurica (normotipo): si tratta di un soggetto dalla corporatura normale, armoniosa, muscolatura tonica e arti proporzionati. Il carattere è generalmente dinamico, sportivo, creativo e socievole. Le patologie più comuni per questo tipo di costituzione sono quelle che interessano il sistema cardiocircolatorio e respiratorio. Tende inoltre a soffrire di problemi di pelle, ed i rimedi omeopatici più indicati sono quelli a base di zolfo.


  • Costituzione Fosforica (Longitipo): il soggetto appartenente a questa tipologia è generalmente alto, slanciato, con arti lunghi ed elegante, con viso triangolare e allungato. Si tratta di un soggetto che si stanca facilmente, freddoloso e che soffre spesso di pressione bassa. la predisposizione patologica è più sviluppata per malattie del sistema nervoso, problemi respiratori, insufficienza toracica, piedi piatti e scoliosi. Il rimedio più indicato è quello a base di fosforo.


  • Costituzione Fluorica: infine, troviamo il soggetto che presenta spiccate asimmetrie nel fisico, dita lunghe e sottili, fragilità dei legamenti. Si tratta di un soggetto intelligente ma al tempo stesso psicologicamente instabile e tendente alle paranoie. Le patologie più comuni possono essere quelle che interessano le articolazioni, ed i rimedi omeopatici migliori per questo soggetto sono quelli contenenti fluoro.

Individuare a quale costituzione appartiene un paziente è utile per prevenire e curare meglio eventuali patologie che potrebbero interessarlo. Naturalmente una persona difficilmente può essere associata ad un’unica costituzione, ma può presentare piuttosto varie caratteristiche appartenenti alle diverse costituzioni, anche se mostrerà comunque una predominanza verso una delle quattro tipologie.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | RimediOmeopatici.com, Cure-naturali.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail