Pensieri ossessivi, come liberarsene per stare bene

Fare i conti con i pensieri ossessivi, riuscire a comprenderli e superarli: come fare?

Ad alcuni di voi sarà capitato di essere tormentati da pensieri ossessivi e negativi. Non stiamo parlando delle ossessioni che caratterizzano condizioni patologiche, ma di pensieri che, senza alcun invito o preavviso, si affacciano nella nostra mente, diventando sempre più presenti … sempre più ossessivi. Ma cosa possiamo fare per fronteggiare il problema e, soprattutto, per superarlo? Sia che si tratti di preoccupazioni lavorative, sia che si tratti di problemi con le amiche, di preoccupazioni familiari, amorose o finanziarie ... riuscire a tenere sotto controllo i pensieri ossessivi è possibile e necessario.

Normalmente, quando ci rendiamo conto di essere vittime di un pensiero ossessivo e disturbante, la prima cosa che cerchiamo di fare è quella di scacciarlo via, di chiudere la porta (metaforicamente naturalmente) e cercare di pensare ad altro. Questo può essere forse utile a breve termine, ma a lungo termine funzionerà ugualmente? Possiamo scappare in eterno da un pensiero scomodo che ci ossessiona?

Personalmente ritengo che in caso di pensieri ossessivi la cosa migliore da fare sia quella di affrontarli, razionalizzarli e comprendere il motivo per cui questi si presentano. In fondo, ci deve essere un motivo, non trovate?

pensieri ossessivi

Scrivere ed affrontare il problema

Scrivere aiuterà molto in questa fase. Prendete un quaderno pulito, prendete una penna e scrivete tutto quello che vi angoscia, rileggete e cercate di capire se l’angoscia è poi così motivata o meno. Questo piccolo esercizio potrà essere eseguito decine di volte, anche per lo stesso specifico pensiero, finchè non sentirete di aver superato il problema.

Un altro metodo ottimo per superare, o comunque affrontare, i pensieri ossessivi (e non solo quelli) è quello di parlare con sé stessi. Non sarà necessario mettersi di fronte a uno specchio e inscenare una conversazione, basterà semplicemente mettersi a "tu per tu" con il vostro io interiore, con quella voce che ogni tanto vi tormenta.

Interrogatela (anche a voce alta se preferite) sul motivo per cui vi sentite ossessionati da quel pensiero, valutate ogni aspetto della situazione, razionalizzate tutto e cercate di comprendere se, in qualche modo, potete cambiare la situazione. Se esiste un modo per cambiare le cose, e se intendete farlo naturalmente, potrete agire di conseguenza. La scelta sta solo ed esclusivamente a voi.

Questo tipo di “esercizio mentale” allevierà lo stress provocato dal pensiero ossessivo in breve tempo, ma per poter ottenere degli effetti duraturi bisognerà ripeterlo ogni volta che il pensiero (o i pensieri) si presenteranno di fronte a voi.

Così facendo avremo comunque imparato a non scappare dal pensiero ossessivo, ma ad affrontarlo con consapevolezza e forza, e - con il tempo - anche a superarlo. Il che rappresenta un importante passo avanti, non trovate?

Respirare o fare sport

Per alleviare l’ansia che spesso accompagna i pensieri ossessivi, potrà essere utile anche rilassarsi attraverso delle tecniche di respirazione. Personalmente però, dopo aver razionalizzato e discusso con me stessa riguardo all'eventuale pensiero che in quel momento mi tormenta, preferisco di gran lunga fare una corsetta, per distendere la mente e migliorare il mio umore. Provare per credere, funziona davvero!

Detto questo, i consigli che vi abbiamo dato valgono naturalmente per quei pensieri che tutti, prima o poi, si ritrovano a dover fronteggiare nella vita. Se doveste però ritenere che il vostro sia più di un semplice problema, ma un vero e proprio disturbo, il consiglio che vi do è quello di rivolgervi senza indugio ad un terapista, uno psicologo esperto, che saprà indirizzarvi ed aiutarvi a risolvere o tenere a bada il disturbo.

Spesso spendiamo denaro in cose inutili (extension, cellulari ultramoderni e chi più ne ha più ne metta), senza considerare che il benessere interiore è una delle mete più importanti che dovremmo cercare di perseguire, e che quel benessere non si trova nei negozi, ma solo dentro di noi. Se non stiamo bene con noi stessi, non staremo mai “davvero” bene nella vita. Pensateci…!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail