Cosa mangiare nella dieta crudista: menù di esempio

La dieta crudista si basa sul consumo di cibi di origine vegetale ed eventualmente animale crudi o sottoposti a cotture molto rapide. Vediamo quali sono gli alimenti concessi e un esempio di menù

La dieta crudista, o crudismo (in inglese raw diet, o rawism, da raw che significa, per l’appunto, crudo), è, prima che un regime alimentare, uno stile di vita, una filosofia, un modo per intendere la nutrizione completamente diverso da quello a cui siamo abituati.

Si basa sul presupposto che la maggior parte delle materie prime alimentari, una volta sottoposte a cottura “a caldo”, perdono buona parte delle loro proprietà nutritive, siano esse vitamine, minerali o enzimi.
Dieta-crudista

Tra le sostanze che si vanno a perdere con la cottura ci sono gli antiossidanti, così preziosi per prevenire malattie e invecchiamento grazie alla loro azione anti-radicali liberi e presenti soprattutto in frutta e ortaggi freschi, e noi possiamo dire addio ai benefici che avremmo potuto ricavarne.

Questo non significa che un menù crudista debba per forza essere “freddo”, perché è ammesso un riscaldamento degli alimenti per una leggera “scottatura”, a patto che la temperatura non superi i 46° C, proprio per mantenere integre le sostanze nutritive dei cibi.

La dieta crudista si basa proprio sul consumo di alcuni alimenti cardine che si possono consumare nature, o quasi, e che sono:


  • Frutta e verdura di stagione di tutti i tipi
  • Germogli (di soia, fagioli, quinoa eccetera)
  • Semi, bacche e frutti oleosi
  • Latte non pastorizzato, yogurt e formaggi a latte crudo ma anche tofu
  • Carne, pesce e uova per i crudisti onnivori
  • Polline e miele
  • Alghe

Tutti questi ingredienti possono essere usati per preparazioni solide come insalate, carpacci e polpette, ma anche costituire base di frullati, centrifugati e vellutate (procuratevi un buon mixer, vi sarà molto utile), che eventualmente si possono scaldare leggermente ma senza superare i 46° C, la temperatura oltre la quale i loro principi vitali deperiscono.

Sono vietati i grassi saturi e i condimenti, soprattutto l’olio extravergine d’oliva e gli altri oli vegetali, si useranno ovviamente a crudo. Esiste una versione ancora più rigida della raw diet, ovvero il crudismo vegano, che elimina gli alimenti di origine animale. Se decidete di adottare questo regime alimentare, ricordate di lavare tutto accuratamente e consumate solo cibi freschissimi, ne va della vostra salute.

Ecco un esempio di menù crudista-tipo, in cui siano presenti anche alimenti animali:


  • Colazione: muesli con fiocchi d’avena ammollati in poca acqua, bacche di Goji, Semi di lino o di sesamo, noci sminuzzate e gocce di cioccolato extrafondente grezzo + un bicchiere di latte (vaccino o di soia, mandorle, riso)
  • Spuntino: un centrifugato di frutta fresca o un frutto fresco
  • Pranzo: spaghetti di zucchina (ricavate fettine sottilissime dall'ortaggio come fossero spaghetti), conditi con una salsa a crudo di pomodori secchi, pistacchi e cipolla rossa. Spolverate di parmigiano
  • Merenda: gelato di frutta crudista o uno yogurt
  • Cena: insalata con funghi crudi, rape rosse, germogli do soia, carpaccio di polpo affettato sottilissimo, condita con succo di limone e olio extravergine d’oliva

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail