Global Trends 2014: la salute secondo i cittadini globali

Un sondaggio su scala mondiale per conoscere la percezione del livello sanitario, delle cure, della salute e del benessere psicofisico secondo gli abitanti del pianeta. Tra sorprese e contraddizioni, le risposte hanno evidenziato alcuni paradossi.

Global Trends 2014, la salute secondo i pazienti

Come sta il mondo? Abbastanza bene nonostante qualche paradosso di troppo: è quanto è emerso dai dati raccolti nei Global Trends 2014 sulla salute e sulla sanità rilasciati dall'istituto Ipsos MORI, che ha effettuato una ricerca lunga due settimane intervistando persone di tutto il mondo.

Le risposte in merito allo stato di salute del mondo, al benessere fisico e mentale percepito assieme alla sicurezza di avere un sistema sanitario funzionante che garantisca le cure necessarie, sono state tra le più svariate e diversificate a seconda dei paesi intervistati. Le domande di Ipsos MORI si sono concentrate inizialmente su tematiche relative alla situazione della salute dei cittadini con questioni relative al peso e allo stato di salute, per poi spaziare fino alla sanità, alla percezione dell'accesso alle cure (se più o meno facilitate dai sistemi sanitari) e alla fiducia che i pazienti-cittadini ripongono nel ruolo dei medici.

Proprio le prime quattro domande sono state cruciali per verificare la realtà della salute dei cittadini del mondo e soprattutto la percezione che hanno di essa: alla questione "Hai una malattia a lungo termine o una condizione di salute che ti limita in qualche modo", è la Russia ad essere risultata il paese più malato, con il 52% degli intervistati che ha ammesso di avere problemi di salute. Gli Italiani, invece sono i più sani: solo il 25%.

Global Trends 2014, la salute secondo i pazienti


Global Trends 2014, la salute secondo i pazienti

La percezione della propria salute è al centro della seconda domanda, ovvero "Come consideri la tua salute in generale? La descriveresti buona o cattiva?", i più ottimisti sono i Sudafricani con il 72% degli intervistati che ha dichiarato di avere una buona salute, mentre la percentuale di percezione di pessima salute spetta ai Giapponesi, con il 27% delle risposte negative.

Global Trends 2014, la salute secondo i pazienti

Il peso è un'altra questione che preoccupa molto gli abitanti del mondo, tanto che a dichiararsi soddisfatti di esso con percentuali oltre il 50% sono solo gli Indiani e gli Svedesi; i meno sono i Sudcoreani e i Giapponesi, ma alte punte oltre il 40% di insoddisfazione colpiscono anche Germania, Canada, Brasile, Gran Bretagna, Sudafrica e Australia.

Global Trends 2014, la salute secondo i pazienti

Anche l'invecchiamento è visto come un problema, specialmente per quanto riguarda la preoccupazione per la propria salute; i più preoccupati per l'età che avanza in correlazione al peggioramento dello stato di salute sono Cinesi (82%), Sudoreani (81%), Spagnoli e Brasiliani (75%), mentre più tranquilli in assoluto sono gli Svedesi (46%) seguiti da Francesi (44%) e Belgi (35%).

Global Trends 2014, la salute secondo i pazienti


    Global Trends 2014 è l’elaborazione di un ampio sondaggio condotto da Ipsos MORI: oltre 16mila interviste condotte fra il 3 e il 17 settembre 2013, 20 paesi del mondo coinvolti, un “panel” statistico composto da un pubblico di cittadini e consumatori attivi sul web e fortemente connessi. Il progetto, molto ambizioso, fotografa lo stato dell’arte su una serie di comportamenti e tematiche di rilevanza mondiale (dall'ambiente alla salute, dall'attivismo politico ai brand). E si propone di lanciare il dibattito su quel che sarà in futuro.
  • shares
  • Mail