Cibi d'autunno: le pere e le loro proprietà benefiche per la salute

Dolci e succose, oppure più asprigne e farinose, le pere sono un ottimo frutto autunnale disponibile in tantissime varietà da consumare sia crude che cotte. Scopriamo cosa contengono e i benefici per la nostra salute

Abate, Kaiser, Conference, Williams, sono tante, e tutte squisite le varietà di pere che arrivano sui mercati ortofrutticoli nella stagione autunnale. Proprio come le mele, anch'esse splendido frutto che matura al termine dell’estate, le pere contengono proprietà nutritive sorprendentemente salutari che le rendono un cibo da prediligere non solo per il gusto nettarino, ma anche e soprattutto per benefici che derivano dal consumo regolare.

Una pera costituisce una vera miniera di sostanze preziose per il nostro benessere e per la nostra linea, che varrebbe davvero la pena di conoscere. Ad esempio, sono ricche di fibre idrosolubili - tra cui la lignina e la pectina, quest'ultima presente anche nelle mele e ottimo addensante naturale usato per fare le marmellate - che stimolano la motilità intestinale e pertanto aiutano a combattere la stitichezza negli adulti e nei bambini.

Pere

Ma questa non è certo l'unica proprietà benefica delle pere, anche se una delle più note fin dai tempi antichi. In autunno possiamo difenderci dai tipici malanni stagionali virali e batterici – influenza e raffreddore in primis – anche mangiando una o due pere al giorno, perché questi frutti contengono antiossidanti con potenti proprietà antinfiammatorie, tra cui i “soliti noti” flavonoidi, ma anche le epicatechine, gli acidi cinnamici, la vitamina A e persino una quota di acidi grassi omega 3.

Grazie a queste preziose sostanze la pere sono considerate un cibo anti-cancro eccellente, soprattutto contro i tumori a carico di stomaco ed esofago, perché stimolano in modo naturale le difese immunitarie e proteggono le mucose del tubo digerente dall’azione irritante degli acidi.

A dispetto dal loro gusto dolcissimo, le pere, grazie ai flavonoidi in esse presenti, sono in grado di ridurre la concentrazione di insulina nel sangue e quindi contrastare la sindrome metabolica, inoltre hanno poche calorie (circa 40 per 100 grammi, 70 per un frutto di medie dimensioni). Per queste ragione sono indicate per i diabetici e per chi sia in sovrappeso, anche come ottimo spuntino spezza fame.

Le pere fanno anche bene al cuore, perché le fibre in esse contenute riducono l’assorbimento del colesterolo a livello intestinale proteggendo i vasi dalla sua azione dannosa. Le pere contengono minerali come potassio, calcio e magnesio, che danno carica e forza a muscoli, ossa e cervello, e una buon quota di acqua che le rende un bel frutto diuretico e drenante, perfetto anche per contrastare la ritenzione idrica.

Come consumare questo squisito frutto dell’autunno? Non c’è che l’imbarazzo della scelta. Le pere mature sono ottime in purezza, perfette a colazione, deliziose come dessert cotte nel vino o come ingrediente in una torta fatta in casa e, infine, per dar retta al noto adagio popolare, perché non gustarle con un buon formaggio?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail