Aloe vera da bere: i benefici per la digestione

Il succo di aloe vera fa molto bene all’apparato intestinale, favorisce la digestione e migliora il transito. Ecco come si può preparare, quando è consigliato e a chi invece è controindicato.

L’aloe vera è una pianta che è entrata a far parte della nostra vita per le sue molteplici proprietà. Quella più nota e più sfruttata è l’antinfiammatoria. Si utilizza soprattutto sulla pelle, per bloccare la degenerazione cutanea e soprattutto curare le scottature. Non è ovviamente l’unica. Il succo di aloe vera può essere una manna per alcune patologie legate alla digestione.

succo-aloe

È un valido alleato per la depurazione dell’intestino, favorisce la digestione e al tempo stesso permette di fare il pieno di vitamine e sali minerali. Contiene infatti calcio, sodio, ferro, potassio, cromo, magnesio, manganese. Aggiungiamo che contiene mannani e antrachinoni, enzimi che aiutano l’intestino a lavorare correttamente e soprattutto rendono più facile digerire anche in presenza di cibi ipocalorici. E poi è un sostituito dell’insulina ed è quindi indicato per prevenire il diabete.

Se non avete a casa la pianta di aloe o non avete voglia di preparare il succo con le vostre mani (ricordiamo che la polpa macchia moltissimo), potete comprarlo già pronto all’uso. Altrimenti frullate la polpa aggiungendo succo di pompelmo, altra sostanza famosa per essere brucia-grassi, favorire il dimagrimento e la digestione. Il succo fatto in casa non si può conservare va fatto e bevuto immediatamente.

Attenzione, quando è meglio evitare? Se siete particolarmente sensibili, perché soffrite di colite o ulcere, non utilizzate l’aloe. Inoltre, in alcuni casi può dare diarrea e dolore allo stomaco.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | Pinterest

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: