Alimentazione, i 5 cibi che aumentano i rischi per il cuore

Quali sono i cinque alimenti che mettono a rischio la salute del cuore?

Capita spesso di pensare che alimenti apparentemente innocui come ad esempio il succo di frutta facciano bene alla salute, e di scoprire poi che in realtà anche questi non sono poi così benefici. A lanciare l’allarme sarebbero stati i ricercatori della Swinburne University of Technology (Australia), che attraverso una nuova ricerca sono giunti alla conclusione che proprio i succhi di frutta in commercio (insieme ad altri alimenti da noi spesso assunti) possono aumentare la pressione sanguigna, e di conseguenza possono mettere a rischio la salute del cuore.

Nello specifico, sembra che assumere quotidianamente anche un solo bicchiere di succo di frutta industriale possa apportare davvero troppi zuccheri al nostro organismo, e di conseguenza possa appunto far alzare i livelli della pressione, mettendo a rischio il nostro cuore.

Sarebbe questo quanto emerso dal recente studio pubblicato sulla rivista Appetite, che mette in evidenza come alcuni succhi di frutta abbiano addirittura gli stessi livelli di zucchero contenuti in alcune bibite come la Coca-Cola.

salute succo di frutta

Per analizzare la portata del problema, gli esperti hanno esaminato un campione di 160 persone, alle quali è stato chiesto di completare un questionario nel quale si indicava quale fosse il loro abituale consumo di succhi di frutta industriali (raro, occasionale o giornalieri). Ai volontari è stata poi misurata la pressione del sangue.

Dai risultati sarebbe emerso che coloro che avevano consumato il succo di frutta ogni giorno avevano una pressione arteriosa significativamente più alta rispetto a coloro che lo hanno consumato raramente o occasionalmente. La pressione alta è a sua volta associata ad un aumentato rischio di problemi di salute, come un attacco di cuore o angina, o anche il deterioramento cognitivo.

Questi risultati sono importanti anche a causa del malinteso comune secondo cui il succo di frutta acquistato al supermercato è sano. I succhi di frutta industriali non sono possono essere considerati dei validi sostituti della frutta, perché in genere – come spiegano gli esperti – sono peraltro anche carenti di fibre.

Non solo il succo ...

Ma detto questo, i succhi di frutta non sono naturalmente la sola causa della pressione alta. Anche altre bevande come ad esempio il caffè, l’eccessiva assunzione di alcool, o anche i sottaceti (spesso conservati in liquidi che contengono elevate quantità di sale) e salse varie (anch'esse contenenti alti livelli di sodio) rischiano di compromettere la salute del nostro cuore.

A questi cinque alimenti così comuni aggiungiamo l'altrettanto comune e dannosissimo vizio del fumo ed una vita sedentaria, che mettono in serio rischio la salute del cuore.

Tornando all'alimentazione, la cosa migliore da fare è senza dubbio quella di realizzare con le proprie mani la maggior parte degli alimenti che mangiamo. Succhi di frutta, salse, torte, biscotti e così via, saranno più buoni e senza dubbio molto più salutari se preparati da noi!

In alternativa, se proprio non avete tempo per mettervi in cucina, prestate sempre attenzione ai valori nutrizionali riportati sulle confezioni dei prodotti che acquistate, scegliete quelli più sani, anche se dovessero essere meno economici, e non eccedete comunque nel loro consumo!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | MedicalDaily

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail