Allenare corpo e mente: meglio Yoga o Pilates?

Agli occhi di un profano possono sembrare piuttosto simili, ma in realtà hanno indicazioni e benefici diversi. Scopriamoli insieme!

yoga mente

Di argomenti che dividono in due l'opinione pubblica è pieno il mondo. Avreste però mai pensato che fra questi è inclusa anche la scelta fra Yoga e Pilates? Entrambe le discipline promettono di allenare il corpo e allo stesso tempo la mente, ma i benefici che se ne possono ottenere sono diversi.

L'unico modo per capire da quale delle due parti schierarsi è scoprire queste differenze e valutare quale delle due discipline è più adatta alla risoluzione dei propri problemi o risponde meglio alle proprie esigenze in termini di risultati ottenibili. Due esperte ne hanno parlato approfonditamente all'edizione britannica di Marie Claire. Ecco cosa abbiamo scoperto leggendo i loro consigli.

I benefici dello Yoga, per chi è adatto e le controindicazioni

I benefici dello Yoga sono l'aumento della flessibilità, il potenziamento, l'aumento delle energie, il rilassamento del sistema nervoso e l'aumento della sensazione di felicità. Diversi tipi di Yoga possono però permettere di ottenere risultati differenti. Per questo motivo a seconda dello stato di salute fisica, del livello di allenamento e anche della personalità il tipo di Yoga più adatto è a sua volta differente. Alcune tipologie sono molto fisiche, altre sono più concentrate sulla respirazione e sulla meditazione. L'ideale sarebbe provarne diverse, magari con diversi insegnati, prima di decidere a quale corso iscriversi.

Ecco qualche esempio:


  • Ashtanga Yoga: adatto a chi vuole focalizzarsi sulla forza, sulla flessibilità e sull'equilibrio;
  • Yin Yoga: adatto a chi vuole rilassare corpo e mente e ai principianti che desiderano approcciarsi poco alla volta alle posizioni;
  • Bikram Yoga: adatto a chi ama sudare (viene praticato in un ambiente riscaldato) e alle persone atletiche che vogliono impegnarsi in posizioni anche difficili.

Lo Yoga non ha particolari controindicazioni, ma è bene parlare all'insegnante di eventuali problemi fisici per capire se l'attività è adatta alla propria condizione fisica.

I benefici del Pilates, per chi è adatto e le controindicazioni

Il Pilates aiuta a migliorare la postura, l'equilibrio, la coordinazione, la flessibilità, la forza, la mobilità delle articolazioni e la respirazione, ma non solo. Praticando questa disciplina è infatti possibile anche modellare la silhouette rendendola più snella e tonificando, allo stesso tempo, i muscoli.

Definendolo “disciplina” si rende implicita una caratteristica che deve avere chi vuole praticare Pilates: volersi impegnare in un lavoro costante e strutturato da praticare regolarmente per poterne trarre benefici. Non si tratta, invece, di un'attività adatta a chi è impaziente di ottenere dei risultati e cerca una soluzione rapida ai suoi problemi. Inoltre è sconsigliata in presenza di alcune problematiche fisiche; per questo prima di iscriversi a un corso è opportuno chiedere consiglio al proprio medico.

E voi? Siete riusciti a capire se siete dalla parte dello Yoga o da quella del Pilates?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Marie Claire

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail