Il Dermaroller funziona? Indicazioni, benefici e costi

Un piccolo rullo con aghi sottilissimi da passare sulla pelle che stimolare la produzione di collagene, ma anche per iniettare terapie sottocutanee. È il Dermaroller.

Il Dermaroller uno strumento medico-chirurgo utilizzato in medicina estetica. Assomiglia a una piccola ruota su cui sono inseriti degli aghi sottilissimi (più piccoli di quelli impiegati per l’agopuntura). Si passa ovviamente sulla cute e genere delle microperforazioni che stimolano il processo di riparazione, grazie alla rigenerazione del collagene. Serve quindi per riattivare il microcircolo, distendere le rughe e stimolare l’attivazione cellulare.

dermaroller

Fa male? È fastidioso ma non doloroso. Di solito si può ripetere ogni due mesi e non ha particolari effetti secondari. Le controindicazioni possono subentrare in caso di infezioni, nella zona del trattamento, disturbi della coagulazione o della cicatrizzazione, non è adatto se si è soggetti a tumori cutanei, acne, eczemi, dermatite, ma anche psoriasi e rosacea.

Come viene effettuato? Viene prima anestetizzata la zona con una crema, che va lasciata agire per diversi minuti. Poi si utilizza il dermaroller per massimo 15 minuti. Utilizzando degli aghi, seppur sottili sempre aghi, potrebbe sanguinare un pochino la zona e per questo motivo al termine, è prevista una piccola medicazione. Quanto durano i segni? Mediamente 24 ore.

Il dermaroller è impiegato anche nella terapia fotodinamica, nei peeling con retinoidi, nella terapia della calvizie e per contrastare la cellulite. Funziona veramente? Ci sono opinioni discordanti. Sicuramente questi buchettini creati dal rullo rendono la pelle più permeabile a sieri e lozioni. Quello che bisogna superare è sicuramente la paura degli aghi e poi fingere che la pratica, nonostante non sia dolorosa, avvenga in maniera più dolce. Di norma si consigliano 2 o 3 sedute e costano mediamente 200/300 euro l’una.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Giovanni Salti

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail