Psicologia, camminare tiene alla larga la depressione

Camminare funziona davvero per combattere la depressione? Ecco cosa emerge da una nuova ricerca.

Chi è alle prese con un problema come quello della depressione lo sa bene, l’idea di fare attività fisica, di mettere le scarpe da tennis e di andare a camminare, non è esattamente allettante. Eppure, se si desidera uscire dal tunnel della depressione, sembra che anche un’attività semplice come la camminata possa offrire notevoli effetti benefici. A studiare l’effetto antidepressivo della camminata sarebbero stati i membri della Michigan University negli Stati Uniti, che attraverso uno studio sono giunti alla conclusione che, in effetti, una camminata (preferibilmente nei boschi) può davvero fare la differenza.

Facendo una semplice passeggiata si può combattere lo stress senza la necessità di assumere farmaci antidepressivi, secondo quanto emerso dal nuovo studio, e questo vale in particolar modo per le persone che si ritrovano ad attraversare un periodo particolarmente difficile, come quello che segue la morte di una persona cara, la perdita di un lavoro o anche la fine di una relazione.

Per giungere a questa conclusione, gli autori della ricerca hanno esaminato un campione di 1.991 persone che avevano preso parte al programma Walking for Health in Inghilterra. Il programma aiuta a facilitare l’esecuzione di passeggiate settimanali, ed attira attualmente più di 70.000 escursionisti all'anno.

Psicologia Camminare

Ebbene, stando a quanto emerso dalle analisi, sembra che le persone che avevano da poco vissuto eventi di vita particolarmente stressanti riuscivano a fronteggiare la situazione con un umore migliore, dopo aver preso parte alle passeggiate di gruppo all'aperto. In particolar modo, era l’ambiente naturale a offrire maggiori benefici alla psiche dei partecipanti, per cui, se state cercando di combattere depressione e tristezza, sarà importante andare a camminare ad esempio in dei boschi, in montagna, al mare, o intorno a un bellissimo lago. Insomma, evitate di passeggiare in mezzo al traffico!

“Camminare – sottolineano giustamente gli esperti - è un modo economico, a basso rischio e accessibile per fare esercizio fisico. Le passeggiate in gruppo, in ambienti naturali, possono dare un contributo potenzialmente importante per la salute pubblica e rappresentare un aiuto benefico per aiutare le persone ad affrontare lo stress”.

Quello condotto dai ricercatori della Michigan University è solo uno dei tantissimi studi che mette in luce i notevoli effetti benefici della camminata. Camminare può infatti ritardare l'insorgenza del cancro, può aiutare ad evitare l'obesità ed il sovrappeso, riduce il rischio di malattie cardiache e di diabete, abbassa la pressione sanguigna, aumenta le dimensioni del cervello delle persone, e può persino migliorare la nostra memoria e tenere alla larga malattie come la demenza e l’Alzheimer.

Che dire? Non ci rimane che … mettere le scarpe da tennis ed andare a camminare, non trovate?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Dailymail.co.uk

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail