Depurarsi con le proprietà della genziana

La genziana ha un gusto amaro e non piace a tutti, ma ha eccellenti proprietà digestive ed è perfetta per depurarsi.

Se state cercando una tisana per depurarvi e al tempo stesso favorire la digestione, la genziana potrebbe essere il rimedio più giusto. Di questa piantina si utilizza la radice, caratterizzata dal forte sapore amaro, dovuto alla genziopicrina (che insieme alla china si utilizza anche per il trattamento della malaria).

genziana

Come ricordiamo sempre, le piante sono prodotti naturali e utilizzati nelle giuste quantità e soprattutto con competenza fanno bene, ma non sono totalmente innocue. Quindi oltre a essere sicuri di non avere particolari allergie a questa radice, ricordate che si sconsiglia l’assunzione in caso di gastrite, ulcera peptica ed esofagite.

Come si utilizza? La cosa migliore è bere una tisana. Potreste acquistare dell’estratto in erboristeria. Le dosi di solito per un infuso sono 3 grammi di genziana per 100 ml di acqua (circa un mug), far bollire per un paio di minuti e lasciare in infusione circa un 40 d’ora. Poi filtrate e bevete, ovviamente aggiungendo zucchero, miele o fruttosio a scelta. Se assunta dopo mangiato, toglie il senso di gonfiore e di pienezza, perché favorisce la digestione.

Per potenziarne gli effetti potreste abbinarla a dell’Anice stellato, della liquirizia, della menta piperita o alla China, che abbiamo citato anche prima.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail