Cosa fare con il menisco rotto e le possibili conseguenze

Cosa fare in caso di menisco rotto? Ecco alcune indicazioni utili.

Il menisco è una delle parti fondamentali del ginocchio. Ogni ginocchio ha in realtà due menischi, ovvero due cuscinetti che si trovano tra il femore e la tibia. Questi cuscinetti sono particolarmente sensibili ad eventuali traumi o distorsioni, e possono lesionarsi e rompersi per cause traumatiche, per usura o anche per cause degenerative. La rottura del menisco è un evento piuttosto frequente, e riguarda in particolar modo le persone che svolgono attività sportiva. Per riconoscere una eventuale lesione del menisco, bisognerà tenere sotto controllo determinati sintomi, a cominciare da una forte sensazione di dolore localizzata nella parte interna o esterna del ginocchio.

Il soggetto lamenterà inoltre un rigonfiamento della parte, e la sensazione di dolore aumenterà nella posizione di massima flessione o durante la rotazione del piede. Se non riconosciuto e trattato in modo corretto, questo genere di problema può portare ad un blocco meccanico dell’articolazione.

Per diagnosticare una rottura del menisco sarà necessario sottoporsi ad esami specifici, come la radiografia e la risonanza magnetica, grazie alle quali sarà possibile osservare con chiarezza il grado della lesione.

menisco rotto

Per quanto concerne il trattamento del menisco rotto, normalmente le rotture traumatiche sono trattate in primis mediante il riposo assoluto, impacchi di ghiaccio, compressione ed elevazione della gamba, ma se i sintomi dovessero persistere, si procederà con un intervento in artroscopia, con l'asportazione della parte lesionata o, se sarà possibile, con la ricucitura della parte.

Generalmente il recupero in seguito all’intervento è abbastanza rapido, ma sarà fondamentale rispettare i tempi di recupero prima di ricominciare a svolgere attività sportiva, per favorire una perfetta guarigione della parte interessata.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Corriere

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail