Dieta vegana con pochi carboidrati: i vantaggi e i cibi da scegliere

La dieta vegana abolisce tutti i cibi di origine animale e punta sulle proteine vegetali. Vediamo come seguire questo regime alimentare riducendo anche l'apporto dei carboidrati


La dieta vegana con pochi carboidrati - low carb vegan diet - sembra essere un tipo di alimentazione perfetta per dimagrire e mantenere bassi i livelli di colesterolo nel sangue, ancora di più che non la dieta vegetariana ad alto contenuto di carboidrati.

Si tratta di un regime che punta tutto sulle verdure, naturalmente, ma soprattutto sulle fonti proteiche vegetali, soprattutto legumi e frutta secca in guscio. In generale la dieta vegana abolisce del tutto il consumo di cibi di origine animale - carne, pesce, uova, grassi eccetera - a favore di alimenti "veg" per ragioni di ordine etico e salutari.

Dieta-vagana-carboidrati
Molte persone cominciano a mangiare vegano per dimagrire, e poi si trovano talmente bene, in forma fisicamente e con più energia seguendo questo tipo di alimentazione da non volerla più abbandonare. I cibi concessi sono comunque tanti, dai cereali e derivati ai legumi, passando per ogni tipo di frutta e di verdura.

Nella dieta veg "tradizionale" i carboidrati, o glucidi, costituiscono un buon 50% del fabbisogno calorico giornaliero, ma riducendo questa quota della metà, o quasi, si otterrebbero ulteriori benefici, riducendo al minimo il rischio di ipercolesterolemia e di sindrome metabolica da aumento dei livelli di insulina (l'ormone che serve per metabolizzare i glucidi).

E questo nonostante la quota di grassi aumenti di qualche punto. Perché questo effetto benefico della dieta vegan low carb? Perché in realtà a mettere a rischio la salute del cuore, a provocare infiammazioni e farci ingrassare non sono tanto i grassi - men che meno quelli "buoni" come gli omega 3 - ma proprio gli zuccheri.

I più dannosi sono quelli raffinati, in primis il saccarosio (zucchero bianco, un vero e proprio veleno che sarebbe meglio ridurre al minimo), ma anche troppi cereali bianchi, pane pasta, dolci da forno e patate, sarebbero nocivi.

Non che questi alimenti non si possano consumare, ma in quantità minore. Per ottenere i maggiori effetti in termini di miglioramento della salute generale, prevenzione delle malattie cardiovascolari e dimagrimento, quali sono i cibi veg su cui puntare?

Soia e derivati - tempeh o "carne di soia, latte, yogurt e tofu - frutta secca in guscio, oli vegetali (ad esempio l'olio extravergine d'oliva), frutta e verdure fresche. Questa dieta, però, dovrebbe essere studiata con l'aiuto di un nutrizionista per non incorrere nel rischio di trovarsi in condizioni di carenza. I carboidrati concessi sono rigorosamente integrali, meglio ancora se bio.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail