La necrosi avascolare dell'anca: cos'è e come si cura

In cosa consiste la necrosi avascolare dell’anca, quali sono i sintomi e qual è il trattamento più indicato?

La necrosi avascolare dell’anca (AVN) è una condizione nota anche con il nome di osteonecrosi (necrosi del tessuto osseo). Per poter vivere, le ossa – esattamente come tutti i tessuti viventi – devono essere irrorate dal sangue. Qualora il flusso di sangue dovesse per qualche ragione essere interrotto, le cellule ossee comincerebbero a morire, e ciò comporterebbe un deterioramento della cartilagine, ed una conseguente sensazione di dolore. Le cause della necrosi avascolare dell’anca possono essere molteplici, come ad esempio un infortunio che ha colpito la stessa anca, l’eccessivo utilizzo di farmaci corticosteroidi, il fumo e l'abuso di alcool, o anche la presenza di alcune malattie e condizioni che vengono associate ad una maggiore incidenza di osteonecrosi della testa femorale.

Il primo sintomo che il paziente affetto da AVN avverte è senza dubbio il dolore, che si manifesta quando il paziente è in piedi, ed interessa in particolare la zona inguinale, la zona dei glutei e la parte anteriore della coscia. Successivamente si registrerà dolore durante la deambulazione e rigidità dell'articolazione dell'anca. Alla fine, il dolore sarà presente anche a riposo, e potrà interferire con il sonno del paziente.

necrosi avascolare dell’anca

la diagnosi di AVN avviene innanzitutto mediante un esame fisico, durante il quale il medico porrà alcune domande al paziente, interrogandolo in merito ai sintomi avvertiti ed in merito al suo stile di vita. In seguito, si procederà con l'esecuzione di esami come raggi-X, scintigrafia ossea o risonanza magnetica.

Una volta diagnosticata la necrosi avascolare dell’anca, il trattamento sarà scelto in base allo stadio della malattia ed in base ai sintomi avvertiti dal paziente. I sintomi possono essere alleviati con la somministrazione di farmaci antidolorifici e farmaci anti-infiammatori, ed ai pazienti potrebbe essere consigliato di usare delle stampelle per proteggere l'anca durante la deambulazione, al fine di prevenire ulteriori danni. Il medico potrebbe infine consigliare di procedere con un intervento chirurgico.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Zimmer.it, Methodistorthopedics.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail