Contro l'alitosi, a tavola e in erboristeria

L'alitosi può essere causata da diverse cause: intossicazione del fegato, disturbi dell'apparato digerente e respiratorio, secchezza delle fauci. In alcuni soggetti può essere provocata da una scarsa produzione di saliva da parte delle ghiandole salivari, con conseguente ristagno di residui alimentari tra i denti, la cui fermentazione provoca questo spiacevole inconveniente.

E' però un disturbo molto ricorrente dopo eccessi alimentari, soprattutto come sintomo di intossicazione generale e di affaticamento del fegato. Ci si può aiutare anche a tavola con cibi integrali e ricchi di fibre che aumentano la salivazione. Efficaci anche agrumi e kiwi ricchi di acido citrico che disinfetta il cavo orale e neutralizza i cattivi odori della bocca e lo yogurt che grazie ai fermenti lattici e alle vitamine del gruppo B, ristabiliscono l'equilibrio dell'intestino e dello stomaco, favorendo l'eliminazione dell'alitosi.

Potete anche farvi aiutare in erboristeria facendovi preparare una tisana gradevolmente amara che diciamo, ripara l'alito e che è tipica della tradizione erboristica toscana. Fatevi preparare una miscela composta da 60 grammi di sommità di viola tricolor e 40 grammi di cicoria radice. Mettetene un cucchiaio in una tazza d’acqua bollente. Spegnete e lasciate in infusione per cinque minuti. La tisana sarà leggermente amara, eventualmente dolcificatela con miele di timo, depurativo e digestivo.

  • shares
  • Mail