Il sorbitolo: in quali alimenti si trova?

Il sorbitolo è utilizzato come dolcificante e si trova in moltissimi alimenti, come la frutta e i prodotti dietetici perché, con moderazione, ideale per chi soffre di diabete.

Il sorbitolo è un dolcificante naturale. In realtà è un alcol a sei atomi di carbonio utilizzato come dolcificante ipocalorico. È presente soprattutto nella frutta, in modo particolare nel Sorbo, da cui prende il nome, mele, pere, susine, ciliegie. A livello industriale però lo troviamo soprattutto nelle caramelle, nelle chewingum senza zucchero, e in tutti quei prodotti dolciari o dietetici destinati a chi soffre di diabete. Come mai? Questa sostanza non viene assorbita completamente dal nostro corpo e non stimola insulina, ne consegue che è un validissimo aiuto in caso di diabete o malattie metaboliche.

È altrettanto vero che l’intolleranza a questa sostanza è comune come quella al lattosio. Può inoltre aggravare i sintomi della colite e favorire la comparsa di crampi addominali e gonfiore. Inoltre, è diarroico oltre i 40g/die. Per sapere se stiamo mangiando qualcosa che contiene sorbitolo dobbiamo leggere le etichette: è segnalato con la sigla E420.

Questa sostanza non si trova solo nei cibi, è anche presente in molti dentifrici, collutori e di alcuni cosmetici, perché oltre all’aroma dà un aspetto abbastanza pastoso e morbido. Perfetto quindi per rendere cremoso il fondotinta, il rossetto, la crema per il corpo o il bagnoschiuma, ma sicuramente l’impiego più frequente è nella pasta con cui pulire i denti. È solubile in acqua e igroscopico.

Via | My Personal Trainer

Foto | Pinterest

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail