Cura endometriosi, la neuropelveologia è la nuova frontiera delle terapie

Portata in Italia dalla Fondazione di Ricerca e Cura Giovanni Paolo II, la neuropelveologia è una particolare tecnica innovativa per la terapia di questa patologia femminile.

È una delle patologie più comuni e meno riconoscibili nelle donne in età fertile: l'endometriosi è una malattia dell'apparato riproduttivo che comporta la formazione di tessuto endometriale fuori dall’utero e si manifesta con dei sintomi simili a quelli del ciclo mestruale. Proprio per questo motivo individuare l'endometriosi non è immediato o facile e può richiedere molto tempo per essere diagnosticata.

Questa patologia colpisce quasi 9 milioni di giovani donne in Europa, la cui qualità della vita peggiora significativamente fino a sfociare nei casi estremi ad una totale impossibilità di eseguire le attività lavorative quotidiane.

afferma il dottor Vito Chiantera, Direttore dell’Unità operativa di Ginecologia della Fondazione di Ricerca e Cura “Giovanni Paolo II” di Campobasso

Il ritardo tipico di diagnosi per questa patologia è di 9 anni, tempo in cui queste pazienti sono per lo più trattati con cure mediche quasi sempre inefficaci o trattamento dei soli sintomi senza risolvere ab origine la causa della loro condizione

4771220585_534037fef2_z

Le terapie di cura dell'endometriosi sono attualmente a base di farmaci ormonali e pillole contraccettive, mentre in alcuni casi è necessario ricorrere all'intervento chirurgico: essendo una patologia che interessa le totali funzionalità dell'apparato riproduttore femminile, la ricerca si è focalizzata su cure e terapie che permettano il ripristino del funzionamento degli organi circostanti, che possono subire conseguenze per l'endometriosi.

Una nuova frontiera nella cura dell'endometriosi è stata individuata nella neuropelveologia, un'innovatica metodica sviluppata dal ginecologo Marc Possover del Neuropelveology Center di Zurigo, in Svizzera e portata in Italia proprio dal dottor Chiantera.

La neuropelveologia è una specifica branca della neurologia che si focalizza sui disturbi a carico dei nervi e sulle malattie neurologiche che vanno ad interessare il piccolo bacino, ed è applicabile ad una larga scala di studi e terapie: ponendo l'attenzione sulla funzionalità nervosa dell'area interessata dall'endometriosi, che riguarda apppunto la zona dell'apparato riproduttivo e intestinale, la neuropelveologia permette di trattare l'endometriosi in modo meno invasivo e distruttivo, aiutando a stabilire l'origine del dolore per stabilirne il trattamento migliore e soprattutto preservando i nervi pelvici e le funzioni vescicali, intestinali e sessuali.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail