I polipi allo stomaco sono pericolosi? I sintomi e i rimedi

I polipi allo stomaco sono pericolosi solo se vengono trascurati. Ecco come diagnosticarli, quali sono i sintomi e come si possono curare.

I polipi allo stomaco sono escrescenza anomala di tessuto che cresce lungo una membrana mucosa e nel 70 percento delle neoformazioni gastriche ci troviamo davanti a polipi iperplastici. Sono pericolosi? Allo stadio iniziale sono soprattutto fastidiosi, però è molto importante curarli subito e non trascurarli perché possono dare origine a tumori.

polipi stomaco

Quali sono le cause? Possono svilupparsi a seguito di una gastrite cronica, all’età avanzata, a un’infezione da helicobacter pylori, ma anche da una terapia molto lunga con farmaci inibitori della pompa protonica e poi ovviamente può essere una condizione che ha una natura familiare (altri casi in casa? Mamma, papà?).

Quali sono i sintomi? Prima di tutto dolore addominale, sia da rilassati sia comprimendo la zona a ridosso dello stomaco. Inoltre, spesso, sono accompagnati da nausea, vomito ed emorragie gastriche. Per essere sicuri della presenza di polipi è necessario eseguire una gastroscopia, successivamente il medico potrebbe prescrivere un’ecografia endoscopica con annessa una biopsia (che serve anche a escludere la presenza di formazioni tumorali).

Come si curano? Se sono di piccoli dimensioni non si fa nulla. Si attende, perché potrebbero regredire da soli e quindi scomparire o diventare innocui. Se invece sono già a uno stadio avanzato si può pensare alla rimozione chirurgica. Infine, in caso di polipi dovuti all’infezione da Helicobacter pylori è possibile provvedere a un trattamento antibiotico, spesso molto pesante ma poco invasivo.

Foto | Pinterest

Via | My Personal Trainer

  • shares
  • Mail