La cistoscopia è dolorosa? Quando serve e le controindicazioni

Cosa si intende per “cistoscopia”, quando è indicato questo esame, e quali sono le sue controindicazioni? Ecco alcune informazioni utili sull’argomento.

La cistoscopia è un esame che viene effettuato per esplorare le pareti interne di uretra e vescica mediante uno strumento noto con il nome di cistoscopio. Tale esame viene generalmente effettuato in presenza di disturbi come ematuria, frequenti difficoltà o dolore durante la minzione, ritenzione urinaria, bisogno di urinare incontrollabile, calcoli renali, tumore, infezioni ricorrenti, cancro alla vescica e così via. Mediante questo esame sarà possibile esplorare la parte interessata, e - se necessario - prelevare del tessuto a scopo diagnostico e/o terapeutico.

In linea generale, si tratta di un esame piuttosto fastidioso, specialmente per gli uomini. Ad attenuare il fastidio potrebbero essere degli appositi gel lubrificanti contenenti anestetico, ma qualora il soggetto dovesse lamentare troppo dolore, il medico potrà decidere di interrompere la procedura per riprenderla dopo aver somministrato un anestetico più efficace. Nel caso in cui debbano essere eseguite delle procedure chirurgiche, il medico procederà invece con un’anestesia generale o spinale.

Come dicevamo, l’esame viene eseguito mediante uno strumento chiamato cistoscopio, che verrà inserito nella vescica attraverso l'uretra e trasmetterà immagini delle vie urinarie ad un monitor.

cistoscopia

Normalmente l’esame di cistoscopia dura alcuni minuti, ma la procedura potrebbe diventare più lunga qualora si dovessero effettuare altre terapie come ad esempio la rimozione di un calcolo, prelievo bioptico e così via.

Prima di sottoporsi alla procedura, il paziente dovrà informare il medico in merito all’utilizzo di qualunque tipo di farmaco. Fra i più comuni effetti collaterali della cistoscopia, si registrano generalmente difficoltà, dolore o bruciore nella minzione, eventuali episodi emorragici o infezioni delle vie urinarie, gli effetti collaterali collegati all'anestesia generale.

I presenza di eventuali sintomi anomali, contattate il vostro medico.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | MyPersonalTrainer

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail