Quando serve l'esofagectomia e quale alimentazione seguire nel post operatorio

Cosa è l’esofagectomia, quando serve e cosa mangiare dopo l’operazione?

L’esofagectomia è un intervento chirurgico di rimozione totale o parziale dell'esofago, che verrà poi sostituito mediante ricostruzione con una parte dello stomaco o dell’intestino crasso. Tale intervento viene eseguito normalmente in seguito ad eventuali patologie che rendono il canale dell’esofago stenotico, per cui risulta difficile o impossibile il passaggio degli alimenti. Fra le possibili malattie che rendono necessario questo tipo di intervento chirurgico, vi è ad esempio il carcinoma dell'esofago, o anche l’Esofagite da reflusso che comporta un passaggio di succhi gastrici all’esofago, o ancora un’esofagite provocata dall’ingestione di sostanze che provocano delle lesioni.

In seguito all’operazione, la situazione cambierà molto in base alle condizioni di salute del paziente al momento della diagnosi. In linea generale, per i pazienti che sono stati sottoposti ad esofagectomia, vi sarà un perioro di permanenza in ospedale della durata di 7-14 giorni.

L’alimentazione dovrà riprendere mediante l’assunzione di cibi liquidi in un primo momento.

Esofagectomia

Successivamente, dopo un opportuno controllo, il paziente potrà assumere cibi semisolidi e morbidi. Fra i disturbi che i pazienti sottoposti a tale intervento lamentano vi sono generalmente un repentino raggiungimento dello stato di sazietà, crampi, nausea, vomito, vertigini, rigurgito, sudorazione.

Per ovviare all’eventuale insorgenza di tali sintomi, è possibile assumere dei farmaci procinetici prima dei pasti principali, bisogna evitare di assumere delle bevande gassate, limitare l’assunzione di cibi zuccherati ed evitare di andarsi a sdraiare subito dopo aver terminato il pasto.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Nlm.nih.gov, Aopoma.gov.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail