La dieta Dukan funziona davvero?

La dieta Dukan funziona davvero? Per quanto riguarda la perdita di peso immediata, il regime alimentare iperproteico messo a punto da Pierre Dukan garantisce i risultati promessi. Un dettaglio non da poco perché quando ci si mette a dieta si è ansiosi di vedere i risultati sin dalle prime settimane per dare un senso ai sacrifici e resistere alle tentazioni con maggiore autocontrollo. Non si sperimentano gli attacchi di fame tipici delle diete ipocaloriche e si è esonerati dall'incubo del conteggio delle calorie.

Tuttavia la perdita di peso, anche se considerevole (si può arrivare a perdere anche 15 chili in poche settimane), è solo temporanea ed un regime iperproteico prolungato è insostenibile per l'organismo. Per essere pienamente consapevoli dei rischi della dieta Dukan, conosciamola meglio. La dieta Dukan si basa su 4 fasi e 100 alimenti (72 cibi proteici e 28 verdure):


  1. Nella fase di attacco che dura dai due ai sette giorni si consumano perlopiù proteine pure: carni e latticini magri, uova, frattaglie, crusca, pesci, frutti di mare. Il tutto arricchito da integratori vitaminici e di Omega-3.
  2. Nella seconda fase, detta di crociera, si consumano proteine alternate a verdure cotte o crude: un giorno andremo a consumare solo proteine pure e quello seguente verdure e proteine. Questa fase termina quando avremo raggiunto il peso prestabilito e dunque avrà durata molto variabile in base ai nostri obiettivi di dimagrimento.
  3. La terza fase è dedicata al consolidamento per evitare il rapido recupero dei chili persi, quell'effetto yo-yo tipico delle diete rigide iperproteiche. La durata di questa fase si calcola moltiplicando i chili persi per 10. Chi ha perso cinque chili, ad esempio, dovrà protrarla per cinquanta giorni.
  4. La quarta fase di stabilizzazione prevede tre cucchiai di crusca di avena al giorno ed un giorno alla settimana riservato al consumo di proteine pure.

La perdita di peso garantita dalla dieta Dukan è effettivamente rapida, come avviene d'altra parte per gran parte delle diete iperproteiche. In aggiunta viene scongiurato, almeno nelle settimane immediatamente successive, l'effetto yo-yo tipico degli altri regimi iperproteici. Ma a quale prezzo? Quali rischi corre chi segue la dieta Dukan? La British Dietetic Association ha classificato la dieta Dukan tra le peggiori cinque diete seguite dalle star sconsigliate a chi vuole dimagrire senza perdere oltre ai chili anche la salute. La BDA ha bollato la dieta Dukan come "totalmente inefficace e senza alcuna base scientifica".

Lo stesso Dukan è stato radiato dall'Ordine dei Medici francesi. Un dietologo che prescrive solo alcuni cibi, senza limitazioni di quantità (possiamo mangiare persino un chilo di carne al giorno!), non è molto affidabile. Come spiega il dietologo Luciano Baffioni Venturi:

Com'è possibile che una dieta del genere sia razionale e, soprattutto, com'è possibile mantenerla a lungo? Certo, inizialmente si vedranno scendere alcuni kg rapidamente, sostanzialmente per le perdite di acqua e di glicogeno, ma un regime alimentare quale la dieta Dukan non può essere di certo proposto vita natural durante.

Senza contare i rischi per la salute connessi, le difficoltà pratiche e i disturbi lamentati da chi l'ha seguita. Tra i più comuni:


  • Il consumo eccessivo e spesso esclusivo di proteine ​​per giorni e giorni annoia il palato e rende l'alimentazione poco varia e monotona. Di conseguenza il regime dietetico è difficile da rispettare.

  • Mangiare così tanti cibi iperproteici, circa tre o quattro volte la quantità consigliata, può mettere a dura prova i nostri reni. Se è vero che la dieta Dukan è sconsigliata a chi soffre di malattie renali, è pur vero che molte persone non sanno di soffrire di disfunzioni ai reni e la dieta può portare bruscamente a galla il problema.

  • Una dieta squilibrata che per giorni e giorni esclude frutta e verdura dal menu, puntando solo su pesce e carne, ci priva del giusto apporto di fibre. Una carenza grave che può causare l'insorgenza di stipsi.

  • La mancanza di alimenti a base di cereali può causare una carenza di vitamina B, fondamentale per la funzionalità del nostro organismo.

  • Il peso forma riacquistato è difficile da mantenere una volta terminata la dieta. La fase di mantenimento, sei giorni in cui si mangia normalmente ed un giorno a base di proteine, non è sufficiente a non far recuperare i chili persi, perché se per tutta la settimana si mangia liberamente, i benefici di un solo giorno a dieta verranno vanificati facilmente.

Enzo Spisni, docente di Scienza dell'Alimentazione all'Università di Bologna, descrive la dieta Dukan come un metodo sbilanciato con diverse controindicazioni serie:

La dieta di Dukan, classificata come il classico regime "iperproteico", è efficace perché permette di ottenere dimagrimenti abbastanza rapidi, risultati comunque raggiungibili anche con altri metodi. Recenti studi condotti sull'uomo dimostrano che si possono ottenere dimagrimenti altrettanto rapidi con diete bilanciate con un normale contenuto in proteine. Per contro la dieta presenta criticità di rilievo che bisogna conoscere. Una ricerca pubblicata qualche anno fa dimostra che un menu iperproteico protratto nel tempo causa danni seri all'apparato cardiovascolare dei topi.

La dieta Dukan in aggiunta ci priva del giusto apporto di antiossidanti, vitamine e polifenoli, sostanze che ci proteggono dalle malattie e dai rischi correlati al sovrappeso. La carne, inoltre, è uno degli alimenti più contaminati presenti sulle nostre tavole ed il suo consumo eccessivo è stato associato, da diversi studi, ad un maggiore rischio di cancro.

Foto | puuikibeach; Soycuito

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: