Ecco come il cervello trasforma il sesso in amore

Quando si parla di amore si fa sempre riferimento al cuore, ma, in realtà, sappiamo che l'organo responsabile delle emozioni è il cervello. Fino ad oggi, però, nessuno aveva mai capito quali fossero le aree cerebrali che controllano questo sentimento, né se siano le stesse responsabili del desiderio sessuale.

Per arrivare a scoprirlo è stata necessaria una collaborazione fra ricercatori canadesi, statunitensi e svizzeri, che combinando i dati di 20 diversi studi hanno scoperto che sono due diverse strutture, la corteccia insulare e lo striato, a determinare la trasformazione del puro desiderio legato al sesso in amore. I risultati dell'analisi sono stati pubblicati sul Journal of Sexual Medicine.

I ricercatori hanno analizzato quali aree cerebrali vengono attivate mentre si osservano fotografie erotiche e quali, invece, sono attivate mentre si guarda un'immagine della persona che si ama. E' stato, così, scoperto che l'amore attiva un'area dello striato diversa da quella attivata dal desiderio sessuale.

Ancora più interessante è che mentre il desiderio sessuale agisce sulle stesse zone del cervello attivate, ad esempio, dal cibo, l'area attivata dall'amore è la stessa coinvolta nei fenomeni di dipendenza dalle droghe. Nel momento in cui il puro desiderio sessuale si trasforma in amore la zona del cervello che gestisce l'emozione cambia.

Jim Pfaus, coautore dello studio, ha spiegato che

l'amore è un'assuefazione che si forma a partire dal desiderio sessuale nel momento in cui questo desiderio viene ricompensato. Agisce sul cervello così come quando si diventa dipendenti dalle droghe.

Il fatto di definirlo “assuefazione” non rende questo sentimento un fattore negativo. I ricercatori hanno spiegato che l'amore attiva dei circuiti cerebrali responsabili della monogamia e del legame di coppia, riducendo, invece, l'attivazione di altre aree del cervello coinvolte nel desiderio. Non solo, Pfaus ha spiegato che

mentre il desiderio sessuale ha un obiettivo molto specifico, l'amore è più astratto e complesso, quindi dipende meno dalla presenza fisica di qualcuno.

Non sapevamo cosa aspettarci – avrebbero potuto risultare completamente separati. E' emerso che nel cervello l'amore e il desiderio attivano aree specifiche, ma correlate.

Via | EurekAlert
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: