Il tumore di Wilms: sintomi, terapia e sopravvivenza

Il tumore di Wilms è un tumore pediatrico che colpisce i reni: i principali malati sono i bimbi con meno di 5 anni.

Il tumore di Wilms o nefroblastoma è una neoplasia del rene tipica dell’età pediatrica, perché nel 75 percento dei casi si manifesta prima dei 5 anni di vita. Di solito colpisce un solo rene, ma in rarissimi casi può essere bilaterale. L’incidenza è di 8,1 casi su un milione di bambini caucasici con meno di 15 anni.

tumore rene

Come si diagnostica? Di solito s’indaga attraverso degli strumenti di precisione che sono l’ecografia addominale con cui si può iniziare a capire se il rene ha delle cisti o delle neoformazioni. A questo punto si può decidere se proseguire con una Tac addominale e la Risonanza Magnetica. In questo modo il medico potrà individuare con precisione il tumore e intervenire chirurgicamente per rimuoverlo.

Quali sono i sintomi? Il bambino presenta una massa addominale, che ovviamente causa un incremento di volume, e dolore. Tra gli altri segni, anche ipertensione arteriosa ed ematuria macroscopica, ovvero le urine diventano di un colore scuro perché probabilmente c’è del sangue. Come per ogni tumore, la stadiazione definisce la terapia e anche l’intervento chirurgico.

La soluzione più sicura è l’asportazione del rene e la dissezione dei linfonodi: si sceglie la conservazione del rene solo nel caso di bilateralità del tumore. Inoltre, si prescrive anche un trattamento farmacologico. Se il tumore è al primo o secondo stadio, la sopravvivenza a lungo termine è del 95 percento, se invece lo stadio è avanzato può anche ridursi del 60 percento.

Via | ISS; Aieop

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail