Nasce Ecocho, il primo motore di ricerca che fa crescere alberi

Nasce Ecocho, il primo motore di ricerca che fa crescere alberi

D'ora in poi le nostre ricerche su Internet potranno essere più verdi e addirittura contribuire a far crescere una foresta. A permetterlo è Ecocho, il primo motore di ricerca che compensa le emissioni di gas a effetto serra sponsorizzando fino a 2 alberi ogni mille ricerche effettuate dagli utenti attraverso i motori di ricerca di […]

D'ora in poi le nostre ricerche su Internet potranno essere più verdi e addirittura contribuire a far crescere una foresta.

A permetterlo è Ecocho, il primo motore di ricerca che compensa le emissioni di gas a effetto serra sponsorizzando fino a 2 alberi ogni mille ricerche effettuate dagli utenti attraverso i motori di ricerca di Google e Yahoo.

Sul blog neozelandese Frogblog, però, un utente segnala che gli alberi piantati sono due ogni mille ricerche tramite Yahoo, solo uno per ogni mille effettuate con Google.

Il sito è stato lanciato oggi in Australia e a livello mondiale in 14 Paesi, tra cui anche l'Italia, e ha come slogan: “You search. We grow trees”. 

Il suo fondatore, Tim MacDonald, afferma:

Solo in Australia vengono effettuate 800 milioni di ricerche on line al mese. Se riuscissimo a catturare anche solo l'1% del traffico potremmo contribuire in modo significativo ad abbassare il pericoloso impatto di gas nocivi che vengono emessi ogni giorno. Il motore di ricerca è lo strumento più facile per fare in modo che tutti possano cambiare il proprio comportamento e avere un impatto positivo sull'ambiente”.

Dal punto di vista tecnico, Ecocho non modifica i risultati delle ricerche né rallenta l'operazione rispetto ai tempi ottenuti interrogando direttamente Goggle e Yahoo.

FalsoMagro segnala un altro motore di ricerca ecologico, ma afferma di voler fare di Ecocho la sua pagina di ricerca.

L'idea di un motore di ricerca eco-compatibile sembra buona: potrebbe essere il modo di trasformare l'uso quotidiano della tecnologia in un piccolo gesto a favore dell'ambiente. 

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog