Cos'è la sindrome da bambino scosso, i sintomi da riconoscere e le cure immediate

Dopo alcuni casi di cronaca, una nuova sindrome si pone al centro degli studi medici per analizzare cosa succeda quando si scrolla troppo forte un bambino di pochi mesi.

Il caso del bimbo di Rovigo che ha riportato lesioni cerebrali e alla vista dopo che il padre, esasperato dal suo piano, lo ha scosso violentemente, è balzato ai disonori delle cronache assieme ad altri due episodi simili avvenuti a Torino e Guidonia in passato: il piccolo di pochi mesi sarebbe stato vittima di quella che in termini medici si definisce sindrome del bambino scosso, in inglese Shaken Baby Syndrome, che riguarda proprio il tipo di lesioni che possono essere causate dallo scuotimento troppo energico di un infante.

L'organismo e il corpo di un bambino di pochi mesi sono estremamente fragili e uno scrollone violento, da persona adulta, può provocare seri danni: i legamenti e i muscoli del collo sono molto delicati perché non completamente formati e non riescono di per sé a sostenere la testa del bambino, che è ben più pesante del resto del corpo. Inolre la testa contiene il cervello ancora morbido, particolarmente esposto al rischio di contusioni cerebrali, fossero anche involontarie.

1903769566_e124f15a49_z(1)

Nel caso della sindrome del bambino scosso, lo scuotimento energico può provocare serissimi danni al bambino, perché le vene che corrono lungo la parete esterna del collo possono rompersi provocando emorragie estremamente pericolose. Ad essere interessata può essere anche l'area del cervello, con lesioni permanenti molto gravi o in alcuni casi addirittura la morte. Non di meno, la fragilità di queste vene è anche responsabile di probabili emorragie alla retina, lesioni ai muscoli del collo e problemi alla colonna vertebrale.

I sintomi da riconoscere per la sindrome del bambino scosso sono abbastanza comuni:


  • mancanza di appetito

  • pallore o colorito bluastro della pelle

  • perdita di coscienza

  • mancanza del sorriso

  • letargia

  • sonnolenza

  • irritabilità

  • vomito

  • convulsioni

  • problemi respiratori


In caso si sospetti una sindrome del bambino scosso è bene rivolgersi immediatamente ad un pronto soccorso e allertare il proprio pediatra affinché disponga gli accertamenti necessari; inoltre è bene affrontare e ricostruire l'episodio che può aver portato il genitore ad indurre il trauma violento nel bambino, per quanto difficoltoso possa essere, perché le implicazioni legali sono notevoli.

Via | Crimeblog

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail