Lo zucchero di canna fa male? Le calorie e i vantaggi rispetto a quello bianco

Lo zucchero di canna fa bene o fa male? E quale è meglio scegliere?

Lo zucchero di canna fa male o fa bene? Questa è una domanda che di certo tutti voi vi sarete posti almeno una volta nella vita, ad esempio trovandovi in un bar, di fronte alle solite bustine di zucchero e dolcificante per caffè e cappuccini. Quale zucchero è meglio scegliere? In linea generale, vale sempre e solo una regola, sia per quanto concerne l’alimentazione, sia per i prodotti che ci spalmiamo addosso e così via: meno "artefatto" è, meglio è. I prodotti troppo lavorati e raffinati perdono – come ben saprete – le loro proprietà benefiche e nutritive, quindi … se vi trovate a dover scegliere lo zucchero migliore, fate in modo che sia al 100% integrale.

Purtroppo sembra che lo zucchero di canna che troviamo generalmente al supermercato non sempre può a conti fatti soddisfare le nostre necessità. Se è vero infatti che lo zucchero bianco (ovvero quello di barbabietola) subisce delle raffinazioni che ne determinano una perdita di qualunque proprietà nutritiva, è altrettanto vero che anche lo zucchero di canna non è esente da tecniche di raffinazione.

Come scegliere allora? La prima cosa che potrebbe venirci in mente è che lo zucchero migliore sia quello più scuro, ma fate attenzione, perché in fase di lavorazione potrebbero essere stati aggiunti dei coloranti per conferire al prodotto un aspetto più “biologico” e naturale. La cosa più intelligente da fare in questo caso è quella di leggere per bene l’etichetta del prodotto, ed acquistare quello più naturale possibile.

Detto questo, come accennato, lo zucchero di canna integrale contiene senza dubbio al suo interno molte vitamine e minerali, ma a conti fatti, si tratta di quantità davvero esigue rispetto a quelle di cui necessitiamo quotidianamente, per cui la cosa migliore da fare è assumere tali sostanze nutritive attraverso l’alimentazione, assumendo le giuste quantità di frutta e verdura.

zucchero

Per quanto concerne l’apporto calorico dello zucchero di canna, se paragonato a quello dello zucchero bianco, la differenza non è poi così eccessiva, anche se va sottolineato che è meno calorico rispetto a quello bianco (un cucchiaino Zucchero di canna ha 16 calorie, mentre uno di zucchero bianco ha 20 calorie). La differenza appare più netta se si parla invece di zucchero di canna integrale. Gli esperti ritengono infine che con lo zucchero di canna si corrano meno rischi di avere carie ed altri problemi dentali.

Detto questo, e fermo restando che la scelta migliore in assoluto sarebbe in realtà quella di diminuire completamente l'assunzione di zuccheri nella propria dieta, il consiglio più utile è dunque quello di scegliere uno zucchero di canna integrale.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail