Curare il reflusso gastroesofageo con i rimedi naturali

Anche voi siete spesso alle prese con il reflusso gastroesofageo? Ecco alcuni rimedi naturali che aiutano a tenerlo sotto controllo!

Soffrite di reflusso gastroesofageo? Niente paura, poichè si tratta di un sintomo davvero molto comune, un sintomo che di tanto in tanto può farsi sentire, specialmente dopo aver “mangiato male”, oppure nei periodi di particolare ed intenso stress ed ansia. Ma come fare a curare il reflusso gastroesofageo senza dover ricorrere necessariamente a farmaci come Gaviscon, Riopan e così via? Per chi preferisce ricorrere a metodi più naturali, esistono fortunatamente moltissimi rimedi più che efficaci per tenere a bada il problema del reflusso gastroesofageo.

In primo luogo però, è importante scoprire qual è la causa del vostro disturbo (sovrappeso, alimentazione errata, stress, fumo, …). Eliminandola, vedrete che riuscirete finalmente a liberarvi del problema, senza dover assumere nessun prodotto!

Detto questo, se proprio in questo momento avvertite i fastidiosissimi sintomi del reflusso gastroesofageo, un ottimo rimedio per alleviarli potrebbe essere quello di assumere dei prodotti che contengano del gel di aloe vera. Un altro rimedio davvero ottimo (e testato da me) è quello di mangiare della liquirizia pura (il cui sapore non è però esattamente gradevole) oppure di succhiare una radice di liquirizia (rimedio in ogni caso da evitare per chi soffre di pressione alta).

reflusso gastroesofageo rimedi

Chi soffre di questo problema, dovrebbe inoltre cercare di dormire con la testa leggermente sollevata rispetto allo stomaco durante la notte, e dovrebbe diminuire, o ancor meglio evitare, il consumo di bevande alcoliche e gassate. Infine, anche la Malva rappresenta un ottimo rimedio naturale per alleviare i sintomi del reflusso. Acquistate preferibilmente il prodotto sfuso in erboristeria, preparate una buona tisana e bevetene una tazza al bisogno. Ben presto vedrete che i sintomi del reflusso gastroesofageo saranno spariti.

Tuttavia, se il disturbo dovesse persistere per più di qualche giorno, vi consiglio caldamente di consultare il vostro medico curante, per scoprirne la vera causa e per evitare che questo sintomo possa provocare danni ben più gravi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | da Flickr di garryknight

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: