L'alimentazione vegetariana in gravidanza è indicata o fa male?

Incinta e vegetariana è possibile? Oppure la dieta di sole proteine vegetali è controindicata? Tutte le risposte su Benessereblog.

Per le donne il momento della gravidanza è un periodo tutto speciale: il corpo si trasforma, le necessità alimentari e nutrizionali aumentano e bisogna incamerare più calorie, ma non in eccesso, per consentire al feto di crescere in maniera corretta e sana. Sembrano parole banali, ma non lo sono: molte donne non si rendono conto che la fase della gravidanza è ancora più delicata e bisogna fare più attenzione del solito alla propria alimentazione per garantirsi il corretto apporto di proteine, vitamine e grassi necessari allo sviluppo del bambino.

Il discorso vale per tutte le donne in gestazione, ma quando si parla di alimentazione vegetariana in gravidanza ci sono ancora molte credenze da sfatare, perché ci sono ancora moltissimi dubbi sul corretto apporto nutrizionale della dieta vegetariana nei nove mesi prima del parto.

2596817149_dd02228f4c_z

L'alimentazione vegetariana in gravidanza è indicata o fa male? Questa domanda è primaria ed è spesso dibattuta, ma fortunatamente la risposta è univocamente riconosciuta da molti medici: no, essere vegetariana non influisce sul corretto svolgimento della gravidanza; l'importante, come sempre, è garantirsi il corretto apporto nutrizionale e calorico, che nella donna in gestazione equivale a circa 2000 calorie al giorno. Una volta tenuta a mente questa piccola regola delle duemila calorie, basta ricordarsi di variare giornalmente i macronutrienti (grassi, proteine, carboidrati) e micronutrienti (vitamine e minerali) necessari alla crescita del feto.

Per le donne in gravidanza vale quindi sempre e comunque la regola di una dieta vegetariana variegata, ricca di proteine vegetali che forniscano i giusti "mattoncini" da dar forza sia alla madre sia al bambino che cresce nella pancia; altra raccomandazione è preoccuparsi di consumare verdure ricche di ferro assorbibile dal nostro corpo, in modo da garantirne il giusto apporto attraverso il sangue.

Compatibilmente con le nausee e i problemi di digestione, come il reflusso gastroesofageo, che possono insorgere con le modifiche del proprio corpo, non dimenticate di mangiare di tutto e godervi serenamente la vostra gravidanza da vegetariane.

Via | Fondazione Veronesi, Gravidanza

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail