Le piaghe sulla pelle: le possibili cause e come curarle

Come si formano le piaghe della pelle e cosa bisogna fare per curarle?

Le piaghe della pelle, note anche con il nome di ulcere, sono delle escoriazioni che si presentano sulla cute, lesioni che possono essere provocate da svariate cause e che non tendono alla guarigione in maniera spontanea. Normalmente sentiamo parlare di piaghe da decubito, ovvero di quelle piaghe che si presentano su alcune zone del corpo in persone che sono costrette a rimanere a letto (o anche su una sedia a rotelle) per molto tempo, senza poter cambiare posizione. Ciò avviene ad esempio nelle persone paralizzate.

Non esistono naturalmente solo le piaghe da decubito. A provocare la comparsa di tali lesioni sulla pelle possono essere infatti anche altri fattori, come delle malattie sottostanti, ad esempio il diabete (piede diabetico), le ulcere venose e quelle vascolari arteriose (le cui cause principali sono l’aterosclerosi ed il fumo). Le persone maggiormente colpite da piaghe della pelle sono quelle di età più avanzata, ma si tratta di un fenomeno che colpisce anche le persone più giovani.

piaghe paziente a letto

Detto questo, per poter curare in maniera adeguata il problema, sarà in primo luogo fondamentale comprenderne l’origine. Per quanto concerne il trattamento topico della piaga, sarà importante eseguire una corretta medicazione. In primo luogo, andrà lavata e ben disinfettata la parte. Quindi, si procederà con la rimozione di tessuto lacerato, e con l’applicazione di una medicazione specifica in base all'esatta situazione del paziente. Infine, si utilizzerà una compressione elastica. Qualora le ferite dovessero essere infette, si procederà con una terapia antibiotica.

Se le piaghe della pelle sono state provocate dal fatto che il soggetto è costretto a rimanere sempre a letto o sulla sedia a rotelle, sarà fondamentale prevenire il problema aiutandolo a cambiare più frequentemente posizione.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Chirurgiavascolare.unina.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail