Test Medicina 2014 annullato? La Digos indaga su un plico manomesso a Bari

All'Università di Bari il Test di Medicina 2014 potrebbe essere annullato, dopo la scoperta di alcune grandi irregolarità nel giorno dell'esame, irregolarità denunciate anche dagli stessi studenti che hanno affrontato il test.

    Aggiornamento. Il Test di Medicina 2014 non sarà annullato. Ad annunciarlo è il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, secondo cui

    dalle prime verifiche emerge che le 74 scatole destinate all'ateneo "Aldo Moro" di Bari per lo svolgimento della prova di Medicina e Odontoiatria sono state consegnate integre dal ministero la mattina del 4 aprile al funzionario designato dall'Università per il ritiro.

    Il Ministero ha aggiunto che l'integrità dei pacchi consegnati a Bologna al Cineca (che si occupa della stampa, del confezionamento e della valutazione dei test)

    è verificabile anche attraverso le immagini relative alla consegna.

    Dalla relazione fornita dall'ateneo emerge che i pacchi per la prova di Medicina, dopo il ritiro a Bologna, sono arrivati all'università di Bari e da qui sono stati trasferiti e custoditi all'interno di un furgone in una caserma dei Carabinieri.

    La mattina dell'8 aprile le scatole sono state ritirate, caricate su altra autovettura dell'ateneo e portate presso le quattro sedi di svolgimento della prova.

    Sull'eventuale ipotesi di reato si esprimerà la magistratura. Il Miur intanto, anche alla luce dei primi riscontri sui risultati del quiz, ritiene di non dover annullare la prova.

    Per il momento il test resta, quindi valido. I risultati delle selezioni sono attesi per il prossimo 22 aprile.

La Digos indaga sul Test di Medicina 2014 effettuato presso l'Università di Bari. Come sostenuto anche dalle associazioni di studenti, avvertite di presunte irregolarità durante lo svolgimento dell'esame dagli stessi studenti che l'hanno sostenuto, ci sarebbero state delle circostanze non chiare in merito ai plichi che sono stati aperti nell'ateneo italiano. Il plico, trovato aperto prima che gli studenti arrivassero in aula, potrebbe essere stato manomesso.

Gli investigatori della Digos di Bari stanno ascoltando i membri della commissione presenti nelle aule della facoltà di Economia martedì 8 aprile, in occasione dei Test di Ingresso di Medicina 2014: le indagini, con ipotesi di reato di furto finalizzato alla truffa, riguardano un plico trovato aperto prima del tempo e la presenza al suo interno di sole 49 buste, contro le 50 che dovevano essere contenute dentro.

Antonio Uricchio, rettore dell'Università di Bari, ha già chiamato il Ministero dell'Istruzione per sottolineare che si tratta di un disguido tecnico, dal momento che la busta mancante sarebbe finita in un'altra sede, forse a Milano, ma ancora non si sa nulla di preciso. Secondo quanto emerge dalle indagini della Digos il plico sarebbe stato aperto da sotto (lo scotch pare sia stato staccato e poi riattaccato): gli investigatori hanno già ascoltato docenti e dipedenti dell'ateneo, ma il furto potrebbe essere avvenuto anche prima, dal momento che a Bari è arrivato il 4 aprile e da allora è stato piantonato in una caserma dei carabinieri fino al momento della consegna in aula.

Le Associazioni studentesche, però, promettono battaglia e hanno già annunciato un esposto in Procura, per un episodio che appare decisamente sospetto: le associazioni chiedono il sequestro di tutti i compiti e nel caso in cui un plico fosse uscito prima del test dall'ateneo, si dovrebbe invalidare il test in tutta Italia, perché come ormai saprete la graduatoria è nazionale:

Se i compiti sono usciti da Bari o da un'altra sede è tutto il concorso da annullare. In una graduatoria nazionale quello che succede a Bari si ripercuoterà a catena sulle altre sedi per questo chiediamo già da ora al ministro di sanare le ammissioni di tutti i partecipanti al test consentendo loro di studiare nel prossimo anno accademico. Se un concorso è truccato non possono rimetterci sempre gli studenti.

Test Medicina 2014 annullato

Via | Repubblica

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail