Cos'è il clisma opaco a doppio contrasto e come prepararsi all'esame

Il clisma opaco a doppio contrasto è un esame diagnostico radiografico del colon e del retto: ecco come viene eseguito e a che cosa serve.

Il clisma opaco a doppio contrasto è uno speciale esame diagnostico radiografico, che serve a visualizzare meglio il colon e il retto: di solito viene consigliato a tutti quei pazienti che presentano sintomi tali da far presupporre la presenza di anomalie o alterazioni a carico dei due organi, ma viene anche suggerito a chi soffre di irregolarità della funzione intestinale, come stitichezza alternata a diarrea o stipsi improvvisa. E' molto utile anche per individuare neoplasie e diverticoli in queste zone.

Il clisma opaco a doppio contrasto viene effettuato tramite l'utilizzo di una sospensione, formata da acqua e bario, che vengono introdotti nell'organismo per via rettale. Poi si usa dell'aria, per poter rendere la struttura del colon perfettamente visibile ai raggi X. E' un esame che non può essere effettuato in caso di pazienti con perforazione intestinale, se si sospetta una peritonite e non viene eseguito in gravidanza a causa dei rischi che corre il feto esposto ai raggi X.

L'esame non è assolutamente pericoloso, ma può essere un po' fastidioso. Prima di effettuarlo l'intestino deve essere completamente pulito, privo di feci che potrebbero rendere meno visibile il colon: per questo nei tre giorni che precedono l'esame bisogna seguire una particolare dieta, priva di alimenti con fibre, quindi niente frutta, verdura, legumi, ma nemmeno pasta, pane, zucchero, vino, liquori e cibi grassi. Si possono mangiare carne alla griglia, pesce bollito e brodo. Il giorno prima dell'esame, l'alimentazione dovrà essere più leggera e quasi completamente liquida e dovranno essere assunti dei lassativi.

clisma opaco a doppio contrasto

Foto | da Flickr di radquiz

Via | humanitas

  • shares
  • Mail