Arava, ancora in vendita in Italia il farmaco per l'artrite vietato negli USA per i danni al fegato

Arava è un farmaco venduto in Italia e che serve per contrastare gli effetti dell'artrite. In altri paesi, come ad esempio gli Stati Uniti d'America, è stato vietato per i danni anche gravi che può portare al fegato.

Arava è il nome di un farmaco a base di leflunomide che in Italia, come in altri paesi del mondo, è utilizzato per la cura dell'artrite reumatoide. Come è accaduto, ad esempio, per un altro famoso farmaco come l'Aulin, l'antidolorifico ancora in vendita nelle nostre farmacie, ma vietato in altre parti del mondo, stessa sorte tocca ad Avara, che ormai da tempo è vietato negli Stati Uniti d'America per i suoi possibili effetti devastanti ai danni del fegato.

Il farmaco che cura l'artrite reumatoide è stato autorizzato alla vendita nel 2009 in Italia: secondo alcuni medici sarebbe ancora più pericoloso dell'Aulin se assunto in grandi quantità. Ci sarebbe anche un caso di morte, di una giovane ragazza veneziana di 18 anni che 12 anni fa è deceduta per necrosi al fegato: la ragazza assunse per ben 10 mesi il farmaco in questione, per cercare di guarire dai dolori ossei che colpivano soprattutto le piccole articolazioni. La ragazza non guarì con la cura, continuando il trattamento finché non è morta in ospedale.

Gli stessi sanitari dell'Asl 13 che l'avevano in cura e che nel referto medico hanno scritto "morte per necrosi al fegato" hanno correlato la cura a base di questo farmaco con il prematuro decesso della giovane. La famiglia, dopo la sua morte, ha continuato la battaglia, riuscendo a vincere la causa contro l'azienda produttrice, grazie alla sentenza del giudice di Dolo che ha obbligato la ditta farmaceutica al risarcimento di 500mila euro, condannando, seppur indirettamente, anche il medico curante della giovane.

arava

Foto | mediqboy

Via | Leggo

  • shares
  • Mail