Il legame tra ormoni femminili e protezione del cuore non esiste

Ci hanno sempre fatto credere che ci fosse una stretta connessione tra i nostri ormoni femminile ed una loro protezione nei confronti del nostro apparato cardiovascolare. Tutto era partito da un'osservazione: le donne soffrono meno di disturbi a carico del cuore rispetto agli uomini, fino alla menopausa; dopo questo periodo, invece, il distacco tra i due sessi diventa meno netto. Ed il merito sembrava essere, appunto, degli estrogeni femminili, abbondanti prima del termine permanente del ciclo mestruale. Ma tutto questo non è vero: i nostro ormoni non ci proteggono realmente dai disturbi cardiaci.

La scoperta proviene dalla Francia, ed in particolare dall'Inserm (Institut National de la santé et de la recherche médicale), che ha tenuto sotto stretto controllo per quattro anni la percentuale di estrogeni, e soprattutto di estradiolo, in 6000 donne mature, in menopausa, non trattate ormonalmente. All'interno del gruppo, solo 150 di esse hanno subito episodi di disturbi cardiaci. E questi casi corrispondevano alle donne che avevano, paradossalmente, il tasso di estrogeni più elevato.

Quindi la situazione non è solo cambiata, ma è stata praticamente ribaltata da questo ultimo studio. Gli ormoni incriminati potrebbero addirittura aumentare il rischio di insorgenza di alcuni disturbi cardiocircolatori, poichè provocherebbero un'ostruzione di alcune arterie, favorendo eccessivamente i meccanismi di coagulaizone del sangue. Adesso sarebbe interessante effettuare degli studi simili anche su donne non in menopausa, per capire meglio il ruolo degli estrogeni, ma risulta difficile a causa della loro variabilità in questo periodo.

Via | Allodocteurs
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail