A cosa serve l'artrocentesi e in cosa consiste la procedura

A cosa serve l’Artrocentesi e come viene effettuata?

L’artrocentesi è un piccolo intervento che viene effettuato all’interno dell’articolazione, al fine da studiare le condizioni del liquido sinoviale. Tale intervento viene effettuato anche per rimuovere eventuali fluidi in eccesso che provocano dolore nel paziente e una diminuzione della mobilità. In linea generale, possiamo affermare che l’artrocentesi è una procedura utile in caso di dolore alle articolazioni, in caso di traumi, limitazione dei movimenti articolari e nel caso in cui il paziente abbia problemi a camminare o a muoversi.

Tale intervento viene effettuato in anestesia locale. Dopo aver disinfettato per bene la parte, il medico applicherà una soluzione di iodio sulla pelle, quindi, eseguirà una piccola anestesia in corrispondenza dell’articolazione interessata. A questo punto, si procederà con l’inserimento dell’ago sterile per aspirare il liquido sinoviale. Al termine della procedura, si medicherà la parte interessata.

artrocentesi

Grazie all’analisi del liquido sinoviale è possibile valutare la presenza o meno di determinate patologie. Durante il procedimento inoltre, il medico potrà somministrare anche dei farmaci volti ad alleviare il dolore nel paziente, come ad esempio antinfiammatori steroidei o anche acido ialuronico, utile per lubrificare le articolazioni.

Generalmente, le articolazioni più interessate da tale procedura sono quella del ginocchio, della caviglia, della spalla, gomito, polso, quella che si trova alla base del pollice e le articolazioni delle mani e dei piedi. Possibili complicazioni dovute all’artrocentesi sono eventuali ecchimosi sulla parte interessata, lieve sanguinamento e – molto raramente – infezione.

via | MyPersonalTrainer
Foto | da Pinterest di Concordia Hospital Library

  • shares
  • Mail