Cifosi e nuoto, quali sono gli stili più indicati?

La cifosi può essere corretta tramite uno sport tanto comune e salutare come il nuoto, oltre che con gli esercizi mirati che ci vengono proposti nel video qui sotto. Se amate nuotare, ecco i consigli degli esperti.

La cifosi è un particolare disturbo a carico della schiena, che si manifesta quando questa si curva in avanti: è una deviazione del rachide sul piano sagittale, che è ben visibile di profilo. La cifosi può essere solo un atteggiamento, una postura sbagliata del nostro corpo, che si può facilmente correggere, mentre la cifosi consolidata è ben più difficile da trattare.

Ovviamente lo sport può aiutarci molto se soffriamo di cifosi, soprattutto se si tratta di una postura sbagliata che abbiamo assunto e che è molto difficile da correggere. Postura che nel corso del tempo non può far altro che peggiorare la situazione, quindi meglio intervenire non appena ci si accorge che qualcosa non va.

Il nuoto può essere un'ottima scelta per la cura della cifosi, ma fate attenzione a come lo praticate, perché non tutti gli stili sono un toccasana per la nostra schiena, in particolare se soffriamo di questo disturbo: assolutamente da dimenticare il nuoto a stile libero e, in misura minore, anche il nuoto in stile rana. Lo stile a dorso, invece, può essere un ottimo sistema correttivo.

Altri sport da evitare sono il sollevamento pesi, la bicicletta, la boxe, il golf, la canoa, così come gli sport di squadra non riescono ad aiutarci in questo senso. Vietata anche la corsa, che può essere molto dannosa. Consigliate, invece, la danza, la ginnastica artistica e l'equitazione, oltre ad esercizi mirati per cercare di raddrizzare questa zona del corpo e dare una postura corretta alla schiena.

Cifosi e nuoto

Foto | da Flickr di mocciosa e da Pinterest di beth dumond

Via | unoduetre

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail