L'anestesia epidurale per il parto: vantaggi, rischi ed effetti collaterali

Anestesia epidurale, si o no? Ecco quali sono i pro e i contro di questo tipo di procedura.

E’ meglio optare per l’anestesia epidurale, oppure è meglio partorire in modo naturale? Quali saranno i pro e i contro dell’anestesia epidurale per il parto? Quello di non sentire dolore durante il parto, o perlomeno di non sentirne troppo, è un desiderio che accomuna tutte le future mamme, ma non sono poche le donne che non sanno decidere se far ricorso o meno all’anestesia epidurale. Questo tipo di anestesia, bloccando gli impulsi nervosi dai segmenti più bassi del midollo spinale, provoca un sollievo dal dolore durante il momento del parto, ma contrariamente a quanto avviene con la normale anestesia, non elimina la sensibilità, per cui la futura mamma continuerà ad avvertire le sensazioni del parto, ma senza la componente dolorosa, o comunque avvertendo un dolore di intensità minore.

A spaventare quasi sempre le future mamme è la lunghezza dell’ago impiegato per eseguire l’epidurale, ma prima che questo venga inserito, la zona verrà anestetizzata, in modo da intorpidire la parte interessata, ed evitare così che la paziente possa avvertire dolore.

Dopodichè, dopo aver inserito l'ago, questo sarà attentamente rimosso, per lasciare un sottilissimo catetere, attraverso il quale saranno inseriti i farmaci mediante delle iniezioni periodiche. Il catetere sarà fissato alla schiena, ma non provocherà impedimenti nel movimento durante il parto.

Detto ciò, quali saranno a questo punto gli svantaggi e i vantaggi dell’epidurale? Ecco quelli più importanti!

Anestesia epidurale

I pro dell’epidurale



  • Minore sensazione di dolore durante il parto

  • L’epidurale permette di rimanere vigili durante la nascita del bambino, partecipando attivamente al parto

  • Se si dovesse effettuare un taglio cesareo, questa tecnica permetterebbe alla futura mamma di rimanere comunque vigile

  • Questo tipo di anestesia aiuta a rilassarsi durante il parto e ad allontanare la normale tensione che si avverte in questo momento


I Contro dell’epidurale



  • Possono manifestarsi effetti collaterali come brividi, ronzio alle orecchie, nausea, problemi ad urinare, dolore durante l’inserimento dell’ago, mal di schiena

  • In determinati casi, l'epidurale potrebbe rendere il parto più difficoltoso

  • Abbassamento della pressione sanguigna, che verrà monitorata costantemente dal personale medico

  • La paziente potrebbe avvertire un forte mal di testa, provocato dalla eventuale fuoriuscita di liquido spinale (si tratta comunque di un evento molto raro), della durata di alcune ore o alcuni giorni

  • Per alcune ore dopo il parto potreste sentire intorpidita la parte inferiore del corpo ed aver bisogno di aiuto per camminare

  • In casi molto rari potrebbe avvenire un danno permanente nel nervo della parte zona in cui è stato inserito il catetere


Detto ciò, quella di fare ricorso all’epidurale è senza dubbio una scelta molto personale, e per decidere in assoluta tranquillità e sicurezza, vi invitiamo a rivolgere al vostro medico tutte le domande che vi vengono in mente sull’argomento (anche quelle che vi sembrano più banali), in modo da poter affrontare in completa tranquillità il momento del parto.

via | Farmacoecura
Foto | da Pinterest di The Bump

  • shares
  • Mail