L'insulinoma: diagnosi, prognosi e terapia

Cosa è un insulinoma, come si manifesta e quali sono le terapie più indicate?

L’insulinoma è un tumore che colpisce le cellule Beta delle isole di Langerhans del pancreas, ovvero le cellule addette alla sintesi di insulina. Tale tumore è caratterizzato da un’eccessiva secrezione di insulina, con un conseguente calo glicemico che si manifesta specialmente quando il soggetto è a digiuno, e rappresenta uno dei tumori più frequenti che colpiscono questa parte del corpo, con una maggiore prevalenza nei soggetti di sesso maschile di età compresa fra i 30 e i 60 anni. La diagnosi di insulinoma avviene spesso in maniera tardiva a causa del quadro sintomatologico volto variegato.

Fra i sintomi di tale patologia si registrano debolezza, tremore, ansia, nausea e vomito. Si registrano inoltre mal di testa, aumento della frequenza delle pulsazioni, sonnolenza, convulsioni che possono portare alla perdita di coscienza, astenia, disturbi oculari ed aumento di peso.

L’insulinoma

I sintomi peggiorano generalmente dopo l’esercizio fisico, dopo aver bevuto alcolici o quando si seguono delle diete ipocaloriche. Fra gli esami per la diagnosi dell’insulinoma si fa ricorso a un test del digiuno protratto o delle 72 ore, seguito da altri esami specifici per l’identificazione della massa tumorale, come l’ecografia eseguita per via endoscopica. Il trattamento di tale tumore si basa in primo luogo sull’asportazione mediante intervento chirurgico della parte di pancreas affetta, con prognosi nella maggior parte dei casi positiva, mentre nei pazienti che presentano tumori multipli, si procederà con un intervento di pancreatectomia parziale.

Per quanto concerne la terapia farmacologica, si fa ricorso invece al diazossido, un farmaco che inibisce l’eccessiva liberazione di insulina.

via | Wikipedia, MyPersonalTrainer
Foto | da Pinterest di Janie Farist

  • shares
  • Mail