Benessereblog Salute Pertosse in gravidanza: i sintomi da non sottovalutare e cosa fare

Pertosse in gravidanza: i sintomi da non sottovalutare e cosa fare

Pertosse in gravidanza: i sintomi da non sottovalutare e cosa fare

La pertosse è un’infezione batterica che colpisce le vie respiratorie: si manifesta con tosse convulsiva e costante, che può durare anche diversi mesi. Il contagio è molto facile, dal momento che si trasmette per via aerea e con il contatto con altre persone che sono infette attraverso inalazione di gocce di saliva.

E’ possibile contrarre la pertosse anche in gravidanza e, a differenza dei bambini, i sintomi possono apparire molto più avanti. I sintomi base sono quelli di una comune influenza, quindi è facile sottovalutare la questione. La pertosse non comporta rischi per il feto, ma bisogna concordare con il medico la giusta terapia antibiotica da seguire, soprattutto se siamo prossime al parto.

E’ bene assumere farmaci alleviare la tosse, perché gli sforzi dei colpi di tosse potrebbero arrecare problemi alla placenta.

E’ consigliato il vaccino per la pertosse, anche se già in dolce attesa.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social