Benessereblog Salute Endometriosi: il corretto stile di vita per ridurre i sintomi

Endometriosi: il corretto stile di vita per ridurre i sintomi

Endometriosi: il corretto stile di vita per ridurre i sintomi

L’endometriosi è una malattia complessa. Attualmente si stima che ad esserne colpite siano 3 milioni di persone solo in Italia. La malattia può causare sintomi molto gravi per alcune donne, mentre per altre i disturbi possono essere più lievi e gestibili. Gli stessi segni iniziali possono cambiare molto da paziente a paziente, ma ciò che accomuna tutte le donne che ne soffrono è il costante senso di disagio, la difficoltà nel riuscire a condurre una vita del tutto normale e nel riuscire a combattere i dolori causati da questa malattia.

A parlare di endometriosi e di strategie per affrontare la malattia sono i membri di A.P.E. Associazione Progetto Endometriosi, che hanno stilato una lista di consigli per migliorare lo stile di vita e – di conseguenza – per alleviare i disturbi associati alla patologia.

Attraverso il vademecum “Linee Guida sull’alimentazione e corretto stile di vita per endometriosi”, un team di esperte vuole dunque offrire un aiuto concreto per tutte le donne alle prese con i sintomi dell’endometriosi e con le sue complicanze.

Endometriosi, lo stile di vita che tiene a bada i sintomi

Arianna Rossoni, dietista che ha preso parte al progetto, spiega che dieta e sport, insieme a un sonno adeguato e soddisfacente, non possono “curare” la malattia, ma possono senz’altro migliorare la qualità della vita di chi ne soffre.

In merito all’attività fisica ci tengo a sottolineare che le donne affette da endometriosi dovrebbero, in linea generale, preferire un’attività fisica aerobica di moderata intensità, evitando workout estenuanti e cercando di non sovraccaricare il pavimento pelvico. Dunque, via libera a camminate, yoga, pilates che aiutano peraltro a contrastare lo stress.

E per quanto riguarda il sonno? Anche in questo caso bisogna prestare la giusta attenzione al proprio benessere e, se necessario, migliorare la qualità delle notti affidandosi a rimedi naturali efficaci. Fra i più adatti vi sono la camomilla, la melissa, la passiflora e la valeriana.

Dieta per l’endometriosi: quali cibi scegliere?

In realtà – spiegano le esperte – non è esattamente corretto parlare di “cibi ammessi e non ammessi”. La dieta per chi soffre di endometriosi deve essere personalizzata in base alle manifestazioni della malattia. Alcune pazienti, ad esempio, possono soffrire di colon irritabile, per cui dovrebbero valutare con attenzione l’assunzione di verdure. Altre persone potrebbero invece trarre molti benefici da un’alimentazione più “green”.

In linea generale, una corretta alimentazione per chi soffre di endometriosi dovrebbe essere di tipo antinfiamatorio:

Ricca di grassi buoni e su base vegetale, a basso impatto insulinemico (quindi con attenzione al contributo di carboidrati e zuccheri) e focalizzata sulla qualità delle materie prime.

Per quanto riguarda i cibi e le bevande da evitare, fra questi rientran la caffeina, gli zuccheri, la carne rossa, gli alcolici, gli omega-6 e gli acidi grassi trans. Mentre è invece preferibile aggiungere cibi come quelli integrali e ricchi di omega-3. Potrete trovare maggiori dettagli e informazioni sull’endometriosi e sul corretto stile di vita da seguire sul sito www.apendometriosi.it.

Foto di Karolina Grabowska da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social