Benessereblog Salute Malattie Come convivere con l’acufene? 5 consigli per chi soffre di questo disturbo

Come convivere con l’acufene? 5 consigli per chi soffre di questo disturbo

Come convivere con l’acufene? 5 consigli per chi soffre di questo disturbo

Soffro di acufene e avverto costantemente un rumore nelle orecchie quando c’è silenzio: come convivere con questo problema? L’acufene è un disturbo comune a molte persone. Chi ne soffre avverte sempre (o quasi) un fastidioso fischio o fruscio nelle orecchie. Inizialmente, di fronte a un simile problema, potremmo provare molta paura. In questa fase, sarà importante sottoporsi alle dovute visite di controllo. Potreste anche assumere degli integratori, che saranno opportunamente consigliati dal vostro medico. Infine, potreste mettervi alla ricerca di modi efficaci per ridurre il fastidio.

In un primo momento, alcune persone troveranno difficile riuscire a prendere sonno o a concentrarsi. Il silenzio, un tempo tanto rasserenante, si è trasformato in un rumore incessante. Purtroppo non sempre è possibile guarire dall’acufene. Tante persone devono fare i conti con un problema cronico che potrebbe accompagnarle per il resto della loro vita.

L’importanza di trovare il tuo equilibrio

In un quadro del genere, diventa estremamente importante riuscire a trovare il proprio equilibrio, innanzitutto cercando di individuare le cause del ronzio alle orecchie. Già in passato ne abbiamo esplorate alcune. Ad esempio, abbiamo scoperto che l’acufene potrebbe avere origine da un problema mandibolare, ma potrebbe anche essere scatenato da traumi alla testa o da patologie fisiche, da disturbi della tiroide, malattie cardiovascolari e altre condizioni.

Purtroppo, oltre a non conoscere l’esatta causa dell’acufene, non conosciamo al momento neanche il trattamento mirato e specifico per combattere questo fastidioso problema.

Molte persone che ne soffrono, finiscono però per mettere in pratica delle strategie per non sentire il fischio. Ma quali saranno le più efficaci? Scopriamole insieme.

Come convivere con l’acufene?

Come fare a non pensare all’acufene? E come convivere con questo disturbo? Probabilmente non ci crederete, ma riuscire a fronteggiare in modo efficace questo problema è possibile.

Tante persone prima di voi hanno attraversato le stesse identiche fasi, e con la loro esperienza sono state in grado di fornire dei validi consigli per alleviare o mascherare il fastidio. Di seguito vogliamo segnalarvi i più efficaci per convivere con l’acufene in modo sano:

  1. Ridurre ansia e stress: queste due emozioni aumentano il livello e persino il volume del ronzio o fischio.
  2. Mascherare il fischio: in commercio esistono dei dispositivi che emettono dei suoni costanti (come una sorta di melodia o un rumore bianco) capaci di nascondere il nostro acufene.
  3. Dormire con la testa più alzata: molte persone hanno tratto giovamento dall’utilizzo di un cuscino extra per rendere meno evidente il ronzio.
  4. Proteggere l’udito da eventuali e ulteriori danni. Ascoltate la musica a un volume moderato e proteggete le orecchie dal rischio di lesioni.
  5. Parlare con uno specialista: come anticipato, chi soffre di questo disturbo potrebbe farsi prendere dal panico. “E se fosse il sintomo di un tumore al cervello? E se stessi impazzendo? Riuscirò mai a sentire di nuovo il silenzio?“. Queste sono tutte domande che possono scatenare ansia. Parlarne con uno psicologo o anche con il proprio medico vi aiuterà a convivere con il problema in maniera più serena.

Per trovare supporto e altri consigli per convivere con l’acufene senza perdersi di coraggio, vi consigliamo anche di iscrivervi a uno dei numerosi gruppi su Facebook, dove troverete persone che soffrono dello stesso problema e che potranno aiutarvi in modo pratico e concreto. Fate però attenzione a non fidarvi di chi propone cure miracolose per l’acufene. Fidatevi dei medici e di persone che siano davvero qualificate e competenti.

Foto di Gerd Altmann da Pixabay
via | Hear-it.org

Seguici anche sui canali social