Benessereblog Salute Carie non curata: quali sono le conseguenze?

Carie non curata: quali sono le conseguenze?

Carie non curata: quali sono le conseguenze?

Carie non curata: quali sono le conseguenze per la salute? E quando è il caso di consultare un dentista? La carie rappresenta un vero problema per molte persone ed è considerata una delle più comuni cause del mal di denti. Generalmente adulti e bambini scoprono di avere delle carie durante le consuete visite di controllo dal dentista, e non possono fare a meno di preoccuparsi.

In realtà rimuovere una carie non è un processo particolarmente doloroso, ma nonostante ciò molte persone tendono a sottovalutare il problema o a posticipare le cure, probabilmente per paura di soffrire sulla poltrona del dentista. Ma cosa succede quando trascuriamo una carie? Purtroppo ci troviamo di fronte a una malattia degenerativa dei tessuti che – se non curata in tempo – può portare alla perdita dei denti.

Carie non curata: cosa fare?

Le carie si distinguono in base a quattro diversi stadi, in base ai danni osservati nei denti interessati.

  1. Nel caso della carie di primo grado, ci troviamo di fronte a un processo di erosione dello smalto causato dagli acidi presenti nella placca.
  2. Nel secondo stadio, gli acidi della placca si insinuano nello strato successivo allo smalto, la dentina.
  3. Nel terzo stadio ad essere attaccata sarà la polpa dei denti, la parte che contiene i vasi sanguigni e i nervi.
  4. Infine, nel quarto grado (il più grave), potranno formarsi degli ascessi. L’infezione batterica può arrivare a intaccare le strutture più profonde del dente. In questo caso potrete avvertire una sensazione di disagio e dolore.

Per evitare di dover fronteggiare danni più seri, sarà comprensibilmente necessario intervenire nel primo o nel secondo stadio, in modo da riuscire a salvare il dente. La carie può essere curata con diversi tipi di approcci, rimuovendo le parti colpite del dente (nel primo e secondo stadio) e chiudendo la cavità mediante un’apposita otturazione. Nei casi più gravi – ovvero quando la carie viene trascurata per troppo tempo, e quindi non curata adeguatamente – si dovrà procedere a un trattamento di devitalizzazione del dente o alla sua estrazione.

via | DentaClinic
Foto di Natalia Ovcharenko da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social